Nuovo splendore per piazza XX Settembre

Il progetto che prevedeva la sistemazione dell'area antistante il Tempio della Rotonda di Rovigo, è stato completato.

ROVIGO – Piazza XX Settembre è tornata a splendere. Il progetto che prevedeva la sistemazione dell’area antistante il Tempio della Rotonda, è stato completato. Nuovi alberi e nuove piante per una delle zone più belle della città. Al posto dei pini marittimi che, dopo un’attenta analisi da parte di esperti, risultavano in condizione precarie e critiche,  sono stati messi a dimora dei lecci. Si tratta di querce  sempreverdi, molto longeve, che crescono spontaneamente in alcune zone del Delta. È una pianta particolarmente adatta a sopportare eventuali potature e l’accrescimento radicale segue quello della chioma: lento e contenuto. 

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6
Slide 7
Slide 8
Slide 9

Il leccio garantisce inoltre,  maggior stabilità e sicurezza e un effetto cromatico e prospettico più consono alla veduta del Tempio da via Silvestri. Sono state piantate anche delle rose, simbolo di Rovigo città delle rose e tanti altri interventi, tra questi: fresatura ceppaie, sistemazione con livellamento e riporto di terreno.

Nel dettaglio sono stati piantati 24 lecci con tutori sotterranei e griglia di ghisa e piantumate  180 rose knock out varietà radrazz, messo il ghiaino, rigenerato il prato, rifatto l’impianto di irrigazione con ala  gocciolante per lecci e rose, sistemate le panchine esistenti e posizionato un nuovo portabiciclette.

Il progetto e i lavori sono stati a cura di Asm.

“Ringraziamo Asm – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Favaretto -, per il bel lavoro eseguito. E’ stato sistemato un luogo della città, che speriamo sia apprezzato dai cittadini”.

Soddisfazione anche da parte di Giuseppe Traniello Gradassi, presidente di Asm. “Abbiamo realizzato il progetto nei tempi previsti e concluso i lavori che ridanno dignità e sicurezza alla piazza. Adesso i bambini possono giocare tranquilli senza il rischio che un albero o un ramo cada”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie