Percorsi resilienti, il progetto nelle scuole di Porto Tolle 

Il recupero della socializzazione è stato presentato agli studenti di Porto Tolle (Rovigo) attraverso l’importanza di dare valore allo spazio della classe e al tempo che essi trascorrono a scuola

PORTO TOLLE (Rovigo) – Grazie ad un progetto finanziato dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Porto Tolle, gli educatori della cooperativa Goccia di Porto Tolle hanno svolto nei plessi delle scuole primarie di Cà Tiepolo, Donzella, Scardovari e Boccasette una serie di interventi di carattere psicoeducativo, incentrati su tre temi: emozioni, recupero della socializzazione e problem solving-gestione dello stress. 

Gli incontri sono iniziati a dicembre 2021 prima delle vacanze natalizie e ripresi a metà febbraio dopo la riapertura delle scuole dall’emergenza Covid e si sono conclusi a maggio 2022. 

Il primo tema è stato affrontato allo scopo di vivere le emozioni con consapevolezza, attraverso un percorso di alfabetizzazione delle stesse, per insegnare ai bambini a riconoscerle ed esprimerle. Dopo questa prima fase gli alunni sono stati guidati nel confronto tra loro, allo scopo di migliorare le dinamiche delle relazioni, di comunicare in modo rispettoso e accettare e capire le difficoltà dei compagni. 

Il recupero della socializzazione è stato presentato agli studenti attraverso l’importanza di dare valore allo spazio della classe e al tempo che essi trascorrono a scuola, in quanto spazio in cui si costruiscono storie collettive e interazioni sociali, nel rispetto di regole e dell’altro. 

Il tema del problem solving e della gestione dello stress è stato affrontato con l’obiettivo di migliorare la capacità di riconoscimento delle situazioni problematiche e stressanti, e di apprendere nuove modalità di risoluzione del problema. 

Il Vicesindaco Silvana Mantovani spiega: “Con questo progetto abbiamo potuto coinvolgere gli studenti di Porto Tolle in laboratori su temi sensibili, sui quali è importante focalizzarsi nell’ambito dei percorsi di crescita individuale. Con la pandemia abbiamo però avuto la concreta dimostrazione di come per i più giovani sia opportuno poter contare su strumenti psico-comportamentali per gestire al meglio problematiche di natura emotiva e relazionale. Ringrazio la Coop. Goccia per aver elaborato e guidato il progetto e la scuola per la collaborazione fornita nel suo svolgimento”. 

Ultime notizie