Pnrr, siglato un protocollo tra Comune e Organizzazioni sindacali

Il Comune di Rovigo è tra i primi capoluoghi veneti ad aver siglato questo accordo, una firma che arriva dopo l'accordo firmato le scorse settimane con la Guardia di finanza

ROVIGO – Fare sinergia è la parola chiave. Comune e Organizzazioni sindacali hanno siglato oggi, a palazzo Nodari,  un Protocollo d’intesa per l’istituzione di un tavolo volto a monitorare l’impiego delle risorse attuative il Piano nazionale di ripresa e resilienza. Una firma che arriva dopo l’accordo firmato le scorse settimane con la Guardia di finanza.

“Il Pnrr – ha detto il sindaco Edaordo Gaffeo -,  rappresenta un’occasione assolutamente straordinaria per il paese, con una mole di risorse importantissime che deve essere gestita in maniera oculata e intelligente. Questo è il motivo per cui le amministrazioni, che sono titolari di fondi provenienti dal Pnrr, avviano una serie di condivisioni  con tutti gli stakeholder presenti sul territorio, arrivando anche  alla stesura  di protocolli, che portino a fare insieme un pezzo di percorso. Ed è questo il senso anche dell’accordo di oggi con le organizzazioni sindacali, Si può dire sia stata stabilita  una cornice istituzionale all’interno della quale venga riconosciuto  il fatto che l’intero progetto Pnrr, calato sul territorio  della città di Rovigo, è oggetto di una condivisione in termini di progettualità complessiva di valutazione”.

Il Tavolo prevede  che l’amministrazione comunale riferisca periodicamente e si confronti su tematiche riguardanti: attuazione dei progetti; modalità di impiego delle risorse; ricadute economiche e sociali, con particolare attenzione alle condizioni di lavoro ed alla qualità, oltre che alla quantità, delle possibili ricadute occupazionali; conseguimento delle priorità trasversali: transizione digitale, transizione ecologica, occupazione giovanile e femminile, inclusione sociale con particolare riferimento alle persone fragili, disabili e non autosufficienti.

Inoltre, il protocollo prevede che ciascuno per la propria parte, si impegni a vigilare e collaborare sugli aspetti riguardanti il rispetto ed il valore della legalità.

Soddisfazione anche da parte di tutti i rappresentanti delle organizzazioni sindacali presenti oggi.

“E’ un momento importante di sinergia tra politica e parti sociali  – ha detto Fabio Osti segretario generale della Uil di Rovigo -, nell’ottica di  migliorare la città e renderla attrattiva anche per imprese e futuri nuovi cittadini”. 

Il Comune di Rovigo è tra i primi capoluoghi veneti ad aver siglato questo accordo, come ha sottolineato Pieralberto Colombo, segretario generale della Cgil di Rovigo, importante per condividere e confrontarsi sulle progettualità  legate all’utilizzo dei fondi Pnrr, per una trasformazione della città dal punto di vista urbanistico, ma anche occupazionale.

“Siamo fiduciosi – ha detto Samuel Scavazzin, segretario generale Cisl Padova Rovigo -, che nei tempi previsti tutta la nostra città diventi attrattiva, una città da visitare e abitare”.

Presenti anche Nicoletta Biancardi, segretario generale Spi Cgil e Claudio Marangoni segretari generale Uilp, che hanno evidenziato la valenza dell’iniziativa, anche per le persone anziane. Un modo concreto per essere partecipi alla realizzazione dei vari progetti , considerando che nel nostro territorio ci sono 3.800 anziani che vivono soli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie