Presentate le nuove incisioni della prestigiosa Collezione Bocchi

La Fondazione ha ringraziato tutti i cittadini intervenuti e Banca Adria Colli Euganei per il prezioso supporto

ADRIA (Rovigo) – Il 22 dicembre 2023 si è tenuta presso la Sala Bocchi la presentazione delle nuove incisioni acquistate dalla Fondazione grazie al contributo di Banca Adria Colli Euganei, che per la seconda volta ha finanziato l’acquisto di stampe antiche da inserire nella prestigiosa Collezione Bocchi, che vanta circa 200 opere, comprese tra il 1500 e il 1800, di famosi maestri incisori provenienti da tutta Europa.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4

L’evento, organizzato dalla stessa Fondazione, è stato molto apprezzato dal numeroso pubblico intervenuto e dal Presidente di Banca Adria Colli Euganei, Mauro Giuriolo, che ha espresso la propria soddisfazione nel veder crescere questa importante collezione, dichiarata di interesse culturale con decreto della Direzione Beni Culturali n.5 del 25/01/2013, auspicandone una sempre maggiore diffusione. 

Dopo gli iniziali saluti del Consigliere prof. Giovanni Orlandi, il dott. Edoardo Zambon, Consigliere della Fondazione, ha descritto minuziosamente il procedimento di realizzazione di un’incisione ed ha illustrato al pubblico presente le quattro nuove stampe entrate a far parte della Collezione Bocchi: “Giudizio Universale” di Giacomo Leonardis, “Deposizione di Gesù dalla Croce” di Francesco Rosaspina, “Noè conduce gli animali all’arca” e “Gregge e pastori con il bambino nella cesta” di Gaetano Zompini. 

La descrizione delle opere, molto esauriente ed interessante, ha coinvolto tutti i presenti che hanno potuto ammirare per la prima volta le quattro incisioni appositamente esposte. 

La Consigliere prof.ssa Damiana Rigoni ha concluso l’incontro esaltando il valore artistico e culturale di questa collezione, auspicandone un costante ampliamento grazie all’acquisto di ulteriori incisioni. La Fondazione ha ringraziato tutti i cittadini intervenuti e Banca Adria Colli Euganei per il prezioso supporto, confidando nel proseguimento di una proficua collaborazione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie