Primo concorso di poesia “Parole dal territorio”, i vincitori 

La giuria di Rovigo ha assegnato il primo premio ad Adele Frigato, il secondo a Stefano Caranti ed il terzo al giovane Edoardo Barotto.

ROVIGO – È con un’entusiasmante affluenza di pubblico che si è conclusa martedì 10 ottobre la rassegna culturale “Immagini musica e parole dal territorio”, tenutasi nella sala della Gran Guardia di Rovigo  a partire dal 6 ottobre scorso nell’ambito delle manifestazioni dell’Ottobre Rodigino, con il Patrocinio del Comune di Rovigo e la collaborazione del Circolo di Rovigo. “Siamo rimasti molto soddisfatti di come ha risposto la città di Rovigo – afferma l’organizzatrice della manifestazione, la scrittrice e pittrice Stefania Paron – la sala ha ospitato tanti artisti, che hanno avuto modo di confrontarsi e parlare con i cittadini che ci hanno fatto visita. Per noi creare uno spazio interattivo era un obiettivo importante e siamo felici di averlo raggiunto”. 

Al centro della kermesse la duplice mostra di pittura e fotografia, che ha fatto da sfondo per i diversi appuntamenti letterari e tra di essi anche il 1° concorso di poesia “Parole dal territorio”, che ha registrato una partecipazione oltre le aspettative, con oltre 30 poeti partecipanti, e che proprio il 10 ottobre ha visto la cerimonia di premiazione, a cura della organizzatrice Stefania Paron e del Presidente del Circolo di Rovigo Paolo Avezzù. La giuria ha assegnato il primo premio ad Adele Frigato, il secondo a Stefano Caranti ed il terzo al giovane Edoardo Barotto. Sono stati altresì premiati gli autori segnalati: Laura Viaro, Laura Roversi e Teresina Giuliana Pavan. 

Una citazione speciale va alla bella performance di Maryam Amirfarshi nella sua presentazione al concorso della propria poesia “Capelli neri”, dedicata alle vittime della feroce repressione in corso in Iran, soprattutto nei confronti delle donne. “Ovviamente il ringraziamento va a tutti coloro che si sono impegnati affinché questa manifestazione potesse nascere – conclude Paron – Vorremo che questa iniziativa, nel suo piccolo, sia un esempio di quanto Rovigo può dare in tutti i campi artistici. Volendo sognare un po’, ci auguriamo che tutto ciò possa essere d’ispirazione per spingere ancora più autrici ed autori a farsi avanti, siano essi professionisti che amatori colmi di passione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie