Protezione civile: aggiornamento attività di sorveglianza del Po per essere pronti 

L'incontro si è svolto presso il Centro Operativo provinciale di Rovigo,  il Po non va sottovalutato e la memoria delle alluvioni è ancora viva, soprattutto in questi giorni 

ROVIGO – Siamo in piena crisi idrica, ma il Po non va sottovalutato e la memoria delle alluvioni è ancora viva, soprattutto in questi giorni. Perciò sempre meglio prepararsi. La Protezione Civile provinciale di Rovigo e AIPo – Ufficio di Rovigo hanno quindi promosso un incontro di aggiornamento e di programmazione delle attività di sorveglianza arginale in vista o in occasione di una piena, con i coordinatori dei gruppi di Volontariato e di Distretto di Protezione Civile e AIB. Sono state coinvolte tutte le organizzazioni riconosciute del Polesine che possono intervenire in questo tipo di servizio. Hanno partecipato con attenzione anche alcuni amministratori locali. 

L’incontro si è svolto presso il Centro Operativo provinciale di Rovigo la settimana scorsa ed è stata l’occasione da parte del dirigente ing. Alberani e del dr. Erbacci di AIPo di presentare la nuova organizzazione degli Uffici. I referenti dei presidi idraulici e i coordinatori di Distretto interessati hanno avviato accordi per i prossimi sopralluoghi congiunti sui punti critici della rete idraulica.

In prospettiva c’è l’intenzione di promuovere una esercitazione per posti di comando e poi una esercitazione sul campo di ripasso e di perfezionamento delle tecniche e procedure di intervento. Tutti i presenti hanno manifestato soddisfazione per l’iniziativa.

Ultime notizie