Rossini galvanizza i candidati e punta su edilizia ed urbanistica

Per Adino Rossi il candidato sindaco è il migliore ed il più preparato. Massimo Carravieri assicura che "le ammucchiate non appartengono al nostro modo di essere perché per Noi prima vengono i programmi"

ROVIGO – Incontro al Palace Hotel di Rovigo per il gruppo dei candidati consiglieri delle due liste a sostegno della candidatura a sindaco di Antonio Rossini.
Ad aprire i lavori il coordinatore provinciale di Noi Moderati per Rovigo, nonché anche capolista della Lista “Alleanza dei Moderati” Adino Rossi, il quale ha esordito subito dicendo che Antonio Rossini è “il candidato più preparato in assoluto che potevamo esprimere per la città, vista anche la sua lunga esperienza amministrativa in nove anni da consigliere comunale al servizio della cittadinanza”.

Rossini oltre ad aver ringraziato i candidati per la massiccia presenza e per l’impegno di ciascuno di loro in questa importante avventura, ha da subito illustrato il proprio programma elettorale pensato appositamente per la città di Rovigo.

Priorità alle proposte per l’edilizia e l’urbanistica, temi fondamentali per il futuro della città. Rossini ha sottolineato l’importanza del rilancio delle politiche per il centro storico, proponendo un approccio che prevede l’incremento delle aree pedonali e la creazione di nuovi parcheggi a tariffa agevolata, in modo da facilitare chi sosta per diverse ore in città.

Questi parcheggi, secondo il candidato sindaco, devono essere collegati ai mezzi del trasporto pubblico locale. Per rendere Rovigo pulita e ordinata, sono necessari interventi mirati di sistemazione e riqualificazione delle frazioni e degli spazi aperti, dalle aree verdi alle piazze storiche, con progetti di alto profilo tecnico e selezioni da concorsi di idee.

È essenziale rendere la nostra città più bella e gradevole – ha dichiarato Rossini -. Per farlo, dobbiamo adottare provvedimenti che favoriscano il rilancio di un’edilizia di qualità a prezzi accessibili. L’urbanistica deve essere implementata con risorse umane adeguate e atti giuridico-amministrativi mirati a superare le criticità e individuare soluzioni efficaci”.

Rossini ha ribadito la necessità di porre fine ai compromessi sulla viabilità, evidenziando inoltre l’importanza dell’istituto della perequazione come strumento innovativo per garantire una distribuzione equa dei diritti edificatori, nel rispetto dei principi di trasparenza amministrativa.
“La perequazione deve essere regolamentata con criteri chiari e rigorosi – conclude Rossini -, al fine di evitare interpretazioni errate e garantire una gestione equa e trasparente del territorio”.

Successivamente ha preso poi la parola Massimo Carravieri, vice coordinatore regionale di Noi Moderati e capolista della lista “Noi per Rovigo Antonio Rossini Ci Piace“ il quale, riprendendo le parole di Don Luigi Sturzo, ha evidenziato che non si può fare politica per arricchirsi, ma diversamente per arricchire e migliorare le condizioni di vita della propria comunità.

Le ammucchiate non appartengono al nostro modo di essere perché per Noi prima vengono i programmi e semmai successivamente gli incarichi in base alle competenze maturate!“.
Ha poi rimarcato il fatto che i cittadini sbagliano se pensano che non andando a votare fanno un dispetto a qualcuno perché “così facendo non si fa altro che riconfermare i soliti noti della politica rodigina che da anni molto probabilmente hanno con molta superficialità mal amministrato la nostra città“.

A seguire ha preso poi la parola Enrico Bellinello, anche lui candidato nella lista Noi per Rovigo Antonio Rossini ci piace il quale ha messo in evidenza di quanto importanti siano le frazioni, riportando un esempio su Grignano Polesine che conta di circa 3.800 abitanti, numeri importanti che adirittura in molte realtà provinciali sono veri e propri Comuni. Ha poi stimolato la platea lanciando un augurio nel suo perfetto stile “Belli” a tutti i presenti che sostengono Antonio Rossini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie