Rovigo calcio, le dimissioni del tecnico frutto di un fraintendimento. Rientrate

Una vicenda grottesca, ma realmente accaduta. Mario Loro continua a guidare la squadra biancazzurra, domenica arriva il Cavarzere 

ROVIGO – E’ Carnevale, ma non è uno scherzo, è successo veramente. Sarebbe stato il quarto allenatore sulla panchina del Rovigo calcio da inizio stagione, invece niente di tutto questo. Una vicenda grottesca, ma che va raccontata per quello che è, un fraintendimento. 

Domenica il Rovigo calcio perde in casa della prima in classifica, il Pozzonovo si dimostra una squadra cinica e spietata, i biancazzurri non riescono a mordere, 2-0 il finale. Il problema non c’è, in casa della regina del campionato ci può stare una sconfitta, semmai il problema è la mancanza di vittorie con una sequenza interminabile di pareggi, e la classifica che proietta la squadra del capoluogo in zona playout. Solo lo Scardovari sta facendo peggio del Rovigo tra le polesane. 

Un anno difficile, complicato, le turbolenze societarie non hanno agevolato, i continui cambi di guida tecnica e di giocatori nemmeno. Una squadra per rendere sul campo deve essere tale. Se si continua a cambiare non lo sarà mai. E’ la legge dello sport. Solo il lavoro paga, soprattutto quello fatto sul campo.

Martedì 6 febbraio la società conferma la fiducia al tecnico Mario Loro, nonostante la classifica non sia delle migliori, ma cambiare a questo punto non avrebbe senso. Era stato chiamato dalla Juniores per fungere da traghettatore dopo la toccata e fuga di mister Perinelli, alla fine è rimasto nonostante fossero girati diversi nomi.

Mercoledì 7 febbraio il tecnico, durante il pranzo, viene a sapere che un suo collega era stato contattato per la panchina del Rovigo. Si tratterebbe di mister Ruggero Ricci, ex Rovigo, peccato che sia già sulla panchina Masi Torello Voghiera, domenica scorsa ha ottenuto un importante successo in chiave salvezza nel campionato di Eccellenza. Probabilmente era stato contattato prima (ma non dal direttore sportivo Massimo Bovolenta, e nemmeno dal patron e presidente Roberto Benasciutti), questo sta nella logica del calcio.

Mario Loro però a questo punto non ci sta, sente mancare la fiducia della società e decide di non proseguire, prendendo un abbaglio. Un fraintendimento colossale, una crisi rientrata del pomeriggio di venerdì 9 febbraio dopo gli opportuni chiarimenti. 

Mario Loro si è presentato regolarmente allo stadio Gabrielli, domenica non sarà fisicamente sulla panchina biancazzurra perchè è squalificato (ci sarà il suo vice Christian Sagredin), ma resta l’allenatore del Rovigo calcio.

Giorgio Achilli

Classifica: Pozzonovo 39, Arcella Padova 37, Piovese 34,  Cavarzere 31, Nuovo Monselice 29, Pettorazza San Martino 28,  Azzurra Due Carrare 28, Dolo Pianiga 26, Villafranchese 25, Torre 25, Loreo 23, Limena 23, Vigontina San Paolo 22, Rovigo 17, Saonara Villatora 16,  Scardovari 12

Prossimo turno

6. giornata ritorno – Domenica 11 febbraio 2024

Loreo – Arcella Padova

Pettorazza San Martino – Azzurra Due Carrare

Rovigo – Calcio Cavarzere

Piovese – Calcio Saonara Villatora

Dolo 1909 Pianiga – Limena

Scardovari – Pozzonovo

Villafranchese – Torre

Nuovo Monselice Calcio – Vigontina San Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie