Rovigo, sottrazione di minore, madre condannata a 8 mesi

Il padre aveva denunciato dell’accaduto la Questura di Rovigo incaricando anche un investigatore privato per trovare la figlia

ROVIGO – Madre condannata a 8 mesi dal Tribunale di Rovigo per sottrazione di minore. Teatro della vicenda la provincia di Rovigo, la donna aveva impedito al padre ogni contatto e frequentazione con la figlia minore di 14 anni, già prima dell’allontanamento dal domicilio domestico

Aveva portato con sé la figlia senza avvisare l’altro genitore, facendo perdere le proprie tracce, in mancanza di un provvedimento giudiziario e senza l’affido.

Il padre aveva denunciato dell’accaduto la Questura di Rovigo, facendo sospendere la validità del documento di identità per l’espatrio della figlia minore, denunciando alla Procura di Rovigo i fatti, oltre ad aver incaricato un investigatore privato per la ricerca della figlia.

Il padre assistito dall’avvocato Fulvia Fois ha ottenuto Giustizia “sottrarre un figlio all’atro genitore – commenta il legale di fiducia dell’uomo – impedendogli così l’esercizio della responsabilità genitoriale e di avere notizie della figlia (il suo stato di salute e di dove si trovasse) é un atto di crudeltà gravissimo.

I figli non possono mai essere strumentalizzati per i propri scopi personali di adulti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie