Rovigo tra i Comuni ricicloni con l’83% di differenziata

L'ex assessore Dina Merlo commenta la buona eredità lasciata dall'amministrazione guidata dall'ex sindaco Edoardo Gaffeo

ROVIGO – E’ stata presentata la relazione annuale di Legambiente sui comuni ricicloni (LEGGI ARTICOLO) e tra i risultati più positivi rilevati in Veneto quest’anno si è particolarmente distinto il Comune di Rovigo, dove la percentuale di differenziata è aumentata di 14 punti percentuali in un solo anno, arrivando a circa l’83%, valore analogo alle migliori situazioni dell’alto Veneto (LEGGI ARTICOLO).

“Il Comune di Rovigo ha conseguito il premio Comieco, per avere migliorato la qualità e quantità della carta riciclata, grazie alla trasformazione del sistema di raccolta degli imballaggi da cassonetto stradale a porta a porta, mentre nel centro storico si è incrementata la raccolta degli imballaggi cartacei grazie ai contenitori ad apertura magnetica” comunica l’ex assessore all’ambiente dell’amministrazione guidata dal sindaco Edoardo Gaffeo che si è impegnata per il Forum dei Cittadini alle ultime elezioni amministrative.

Il Consiglio di bacino di Rovigo ha ricevuto un particolare riconoscimento per l’adozione della tariffa puntuale su scala territoriale, con regole e tariffe omogenee.

“Le politiche ambientali adottate dall’amministrazione Gaffeo oggi vengono riconosciute e mostrano i propri frutti, dopo che a partire dal 2020 ha dovuto intervenire, in collaborazione con gli altri comuni della Provincia, a strutturare il Consiglio di bacino come ente controllore, ad approvare un piano industriale trentennale per rendere in house la società Ecoambiente e a riorganizzare il sistema di raccolta differenziata, partendo da un bassissimo 63%, adottando il porta a porta nei quartieri e i cassonetti ad apertura magnetica in centro storico.

La trasformazione si è completata con la tariffa puntuale nel 2023. Oggi i risultati sono stati certificati a livello nazionale. Rimane da risolvere qualche problema localizzato di abbandoni, il servizio si può migliorare, ma è stato certamente centrato un obiettivo di rilevanza economica ed ambientale fondamentale per la città” conclude Merlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie