Sabato il Borsari gioca d’anticipo

Il medico Jacopo Badocchi, ala/estremo della Badia (Rovigo), ha analizzato il match di domenica scorsa

BADIA POLESINE (Rovigo) – Domenica scorsa il Borsari Rugby Badia è stato fermato da un Casale cinico, che ha saputo sfruttare tutti gli errori fatti dai polesani. E’ stata la prima sconfitta dei ragazzi di coach Joe Van Niekerk, che da martedì hanno iniziato subito a sistemare tutti gli aspetti del gioco che non sono funzionati in partita per prepararsi all’incontro anticipato a sabato sera 28 ottobre alle 18.30 in casa (Nuovi Impianti sportivi, a Badia) contro il Paese. Il match, valido per la quarta giornata di Campionato di Serie A, sarà arbitrato da Matteo Angelo Locatelli. 

Jacopo Badocchi, ala/estremo della squadra biancazzurra, e leader del reparto dei trequarti ha spiegato come riesce ad organizzarsi con il tipo lavoro che svolge e ha analizzato il match di domenica scorsa.

Oltre a rugby lei lavora come medico. Come riesce a far combaciare i diversi impegni? 

“Non è facile perché lavoro su turni da 12 ore, prevalentemente notturni e nei weekend, che si sovrappongono con gli orari degli allenamenti e delle partite e spesso mi capita di dover lavorare il sabato notte prima del match ad esempio. Cerco di incastrare il tutto al meglio e il mio calendario sembra una partita di tetris, però lo faccio ancora volentieri (anche se il mio fisico sta lanciando chiari segnali da tempo)”.

Tornando allo scorso weekend, cos’è successo nella sfida contro Casale?

“Domenica non siamo entrati in campo con la giusta fame e voglia di vincere, questo è stato il problema principale. Altri aspetti critici poi sono stati l’indisciplina e la scarsa efficacia difensiva”.

Nel secondo tempo è cambiato qualcosa…

“Il primo tempo ha risentito di un cartellino giallo con meta tecnica contro di noi nel finale, nei 10 minuti di inferiorità numerica abbiamo sofferto molto e abbiamo subito un parziale pesante.

Poi abbiamo iniziato pian piano a riprenderci nella seconda frazione di gioco, e anche grazie ad un cartellino giallo ad un loro giocatore, siamo riusciti a sfruttare i 10 minuti in superiorità per recuperare terreno. Le forze fresche dalla nostra panchina hanno sicuramente portato nuova energia e la mentalità generale è stata più positiva rispetto ad inizio partita”.

Sabato arriverà a Badia il Paese. Cosa servirà per fermare gli avversari?

“Contro Paese sarà una partita difficile come sempre, loro hanno sicuramente molti giocatori di qualità e alcuni nuovi innesti importanti rispetto allo scorso anno. Dovremmo sfruttare il fattore campo per recuperare la corretta mentalità. Se entreremo in campo con la giusta voglia di vincere e saremo disciplinati, avremo ottime possibilità di portare a casa la partita. Ho molta fiducia nel nostro gruppo e nel gioco che possiamo esprimere”.

Classifica: Petrarca 14, Verona Rugby 14, Ruggers Tarvisium 13, Borsari Badia 11, Patavium 10, Paese 9, Valsugana 7, Viadana 6, Rugby Casale 6, Villorba 2, Pesaro Rugby 1, Valpolicella 1, 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie