San Bellino: contributo straordinario al Centro Antiviolenza del Polesine

Una decisione importante quella dell’Assessorato alle Pari opportunità e politiche di genere, guidato da Raffaele Campion 

SAN BELLINO (Rovigo) – Il recente femminicidio di Giulia Cecchettin ha tristemente riportato all’attenzione la violenza di genere nella sua forma più brutale. L’Amministrazione comunale di San Bellino in queste settimane si è chiesta quali siano le azioni che un ente locale possa mettere in campo per cercare di contrastare simili episodi, dando un segnale concreto. Per questo motivo l’Assessorato alle Pari opportunità e politiche di genere, guidato da Raffaele Campion, ha deciso di destinare un contributo straordinario al Centro Antiviolenza del Polesine, servizio destinato a tutta la popolazione della Provincia e del quale se ne occupa come capofila il Comune di Rovigo. 

“Quest’anno, anziché realizzare un’attività come uno spettacolo o un reading in occasione del 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, abbiamo deciso di destinare il budget previsto per questa tipologia di attività direttamente al Centro polesano” afferma l’assessore Campion, che prosegue “È un servizio fondamentale a cui contribuiscono ordinariamente i Comuni, l’Ulss 5 Polesana e la Regione Veneto. Gli sportelli al pubblico sono presenti a Rovigo, Adria e Lendinara. Per sostenere ulteriormente tutte le azioni a tutela della donna (promozione dei servizi, consulenza telefonica informativa e orientativa, sostegno sociale, sostegno psicologico e consulenza legale) abbiamo previsto quindi, d’accordo tutti noi componenti della Giunta Comunale, un contributo straordinario di mille euro. La collaborazione tra i due uffici competenti dei Comuni di San Bellino e di Rovigo ha permesso in tempi rapidi la realizzazione di questa nostra volontà”.

Sono 92 le donne che in un anno, da novembre 2022 a ottobre 2023, si sono rivolte per la prima al Centro Antiviolenza del Polesine. A queste donne si aggiungono 31 donne già accolte negli anni precedenti, che stanno proseguendo il loro percorso di uscita dalla violenza.

Tra i progetti che l’Assessorato comunale alle Pari opportunità e politiche di genere sosterrà invece nel prossimo 2024 c’è il corso di difesa personale, che partirà giovedì 18 gennaio presso la palestra della Scuola Primaria di San Bellino. Rivolto a tutte le donne del paese a partire dai 14 anni, si articolerà in dieci lezioni e sarà gratuito. Informazioni ulteriori possono essere reperite nel sito web istituzionale del Comune. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie