Scopriamo il Poker Texas Hold’em a mazzo ridotto

Una nuova variante giocata con un mazzo ridotto a 36 carte invece che dalle classiche 52. Eliminate le carte che vanno dal 2 al 5

Il Texas Hold’em, comunemente chiamato holdem, è una delle varianti più famose del poker. Il suo successo è dovuto alla possibilità di giocare non solo nei casinò live ma anche in quelli online grazie alle piattaforme dedicate al gioco. Al tavolo da gioco possono partecipare dai due ai dieci giocatori che danno il via alla sessione con un mazzo di carte francesi da cinquantadue, jolly esclusi, e ricevendo soltanto due carte due a testa. Lo scopo è quello di creare combinazioni usando le proprie carte e le cinque scoperte dal mazziere sul tavolo da gioco in diverse fasi: dopo il “pre-flop”, che vede distribuite le carte ai giocatori, vi è la fase “flop” durante la quale vengono scoperte tre carte, di seguito la terza “turn” e quarta “river” dove si scopre una carta per turno.

Negli ultimi anni sta spopolando, sia sul web che nei casinò reali, una nuova variante di Texas Holdem giocata con un mazzo ridotto, ovvero dalle classiche 52 carte si passa ad un formato da 36 che vede eliminate le carte che vanno dal 2 al 5. Questa variante si chiama 6+ hold’em short deck, spesso abbreviata con “short-deck” che appunto significa mazzo ridotto. Questa versione è molto veloce e dinamica, nonostante la percentuale delle mani vincenti sia ridotta rispetto al gioco classico, questo perché le combinazioni possibili sono più alte e più veloci, dando possibilità di vincita maggiori e divertimento assicurato. Le regole e l’andamento dei turni non differiscono molto dal texas hold’em classico e seguono le fasi pre-flop, flop, turn e river.

Le differenze nell’Hold’em a mazzo ridotto che piace tanto anche ai calciatori, le troviamo nella modalità “button blind” che stabilisce una piazzata ante da parte di tutti i giocatori e il buio viene pagato solo da giocatore che si trova nella posizione del bottone, questo sta a significare che durante il gioco è possibile un solo buio per mano; invece, nel texas hold’em tradizionale esistono piccolo e grande buio. Un’altra differenza importante in questa variante a mazzo ridotto è data proprio dal numero ridotto di carte che rende le possibili combinazioni cambiate; infatti, qui il colore batte il full e una mano con un asso, 6, 7, 8, 9 viene considerata come scala. Sicuramente è una variante molto più frenetica rispetto alla classica ma allo stesso tempo è anche molto riflessiva proprio per il fatto che richiede più attenzione alle scelte degli altri giocatori durante le fasi di gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie