“Sempre gli stessi e sempre lo stesso Pd”

La federazione di Rovigo del Partito socialista italiano per il Gaffeo bis auspica un rafforzamento del centrosinistra con coalizioni civiche senza il gruppo "Romeo"

ROVIGO – La federazione di Rovigo del Partito socialista italiano non lesina critica al modus operandi di quella parte del Pd che al momento governa il partito: il gruppo che fa capo alla presidente del consiglio comunale di Rovigo Nadia Romeo che, attraverso il segretario locale, Giacomo Prandini, da anni contesta l’azione amministrativa del sindaco Edoardo Gaffeo, con cui sarbbero in maggioranza nel capoluogo.

“C’è una classe politica che dalla aggressione della magistratura al Psi (Palamara docet) hanno traghettato, armi, bagagli e aspirazioni personali in Forza Italia del compianto Berlusconi. Evidentemente, poi, seguendo una propria propensione al cambiamento sono riusciti ad entrare nella nuova casa, il Pd” affermano dal Psi di Rovigo.

“Ora, molti, che vivevano coerentemente e da anni in quel partito, ne hanno preso le distanze creando liste civiche o nuovi partiti. Il Pd, da quel momento, non ha più avuto pace e gli scontri odierni ne sono una testimonianza. E’ sempre stato difficile capire dove andavano a parere le radici più sotterranee della quercia polesana in materia di alleanze e di accordi. Anche oggi fa parte di una alleanza di centrosinistra, ma non perde occasione di seminare mine antisindaco”.

“Sempre gli stessi. Sempre loro ricordano dalla Federazione di Rovigo del Psi riferendosi al gruppo Romeo – Lungi dal voler entrare nel merito delle polemiche interne al Pd, ma solo per la doverosa presa d’atto dei livelli che hanno raggiunto e delle loro potenziali conseguenze. E pensare che questi dovrebbero rappresentare il partito guida del centrosinistra. Mentre una volta le polemiche, anzi il confronto, era incentrato su elementi di progettualità e sui disegni strategici, oggi, purtroppo, prevalgono le istanze personali. Spesso soddisfatte. Altrettanto spesso deluse.

Ma può essere questo il contesto in cui far crescere il futuro della politica? Certo No! E’ impensabile! E le considerazioni più volte espresse dai socialisti sulle origini (Democrazia cristiana e Partito comunista italiano) e sui comportamenti del Partito democratico non possono che trovare una loro amara conferma ed una clamorosa ed autorevole (si fa per dire) evidenza.

I Socialisti non ne godono certo, ma vanno automaticamente col pensiero ai tempi in cui questo partito non perdeva occasione per tentare di colpire il Partito Socialista che, con il crollo del muro di Berlino ed il crollo dell’Unione Sovietica, aveva vinto il confronto politico con la storia. La situazione che si è venuta a creare non è certo motivo di soddisfazione e di compiacimento, ma di forte preoccupazione perché riguarda il futuro di tutto il centrosinistra.

I personalismi hanno sempre prodotto risultati negativi nei partiti e nelle coalizioni ed anche in tale circostanza sarà necessario irrobustire le iniziative civiche che sono nate come reazione alle condizioni di questo Pd. Questa, per il momento, è l’unica strada per tentare di correggerlo”.

“Che cosa ha fatto di male questo Gaffeo?” si chiedono infine i socialisti del Psi. “Ha sbagliato, forse, a sistemare il guaio del polo natatorio, di definire e finanziare la sistemazione del Maddalena dove, in entrambi i casi, il centrodestra ha fallito? Forse non vanno bene i soldi per la rigenerazione del quartiere San Bortolo? Se tutto questo fracasso dipende dalla vicenda Iras, che certamente ha la sua importanza, si ricorda che l’accordo per la salvezza della stessa era stato raggiunto, ma che la Regione, a guida centrodestra, è venuta meno agli impegni presi. Quindi una nuova soluzione va trovata, ma non a scapito delle finanze comunali e dei rodigini” concludono dal Psi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie