Successo per la mostra in memoria dello straordinario artista del ‘900 polesano Ermes Simili

L’artista di Castelmassa (Rovigo) morto nel 2014 è riconosciuto dalla critica a livello nazionale e internazionale come interprete originale e maestro d’arte

CASTELMASSA (Rovigo) – Si è conclusa con notevole partecipazione di pubblico la mostra Sculture in memoria dello straordinario artista del ‘900 polesano Ermes Simili. Lo scorso 11 novembre, la cerimonia ha voluto celebrare il centenario della nascita del grande maestro di Castelmassa 1923-2023

L’amministrazione comunale di Castelmassa, la comunità, la famiglia, artisti, esperti d’arte ed ex colleghi hanno voluto dedicare la commemorazione nel ricordo lasciato a intere generazioni del suo quarantennale insegnamento al locale Istituto d’Arte, ora liceo Artistico “Bruno Munari”. L’artista è riconosciuto dalla critica a livello nazionale e internazionale come interprete originale, che ha saputo coltivare la passione per l’arte in armonia con quella per l’insegnamento. Ha avvicinato all’Arte generazioni di studenti, educandoli alle diverse metodologie espressive, studenti che ancora oggi lo ricordano come guida artistica e di vita. Una testimonianza è data dalla numerosa partecipazione di ex allievi del maestro assieme ad una notevole affluenza di visitatori interessati, appassionati d’arte e collezionisti.   

Intensa, rilevante, articolata e operosa fu la sua vita d’artista che muore a Castelmassa nel 2014. 

La cerimonia è stata organizzata in diversi momenti comprendenti, la presentazione di Ermes Simili,  l’inaugurazione della mostra allestita al Centro Culturale Pastorale, la consegna delle due effigi in terracotta raffiguranti il volto dei papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, al termine della Santa Messa officiata nella chiesa Parrocchiale Santo Stefano dal vescovo Mons. Pierantonio Pavanello. L’iniziativa è stata patrocinata dalla Provincia di Rovigo, con il supporto di Pro Loco, del Comitato Fiera, della parrocchia di Castelmassa e con il contributo economico di Mille srl, industria metalmeccanica, di Castenovo Bariano e Grafiche Cabria di Castelmassa. 

Molto sentito e partecipato è stato il momento della presentazione con gli interventi di: Luigi Petrella Sindaco del Comune di Castelmassa, Roberta Azzolini vice Sindaco e assessore alla Cultura, Lucia Ghiotti consigliere della Provincia di Rovigo con delega alla Cultura, Laura Cestari consigliere Regionale del Veneto e Bartolomeo Amidei Senatore della Repubblica. Il coordinamento è stato curato da Annalisa Marini che ha moderato gli interventi degli esperti. Le relazioni sono state esposte da Alfredo Sigolo storico e curatore della mostra: “Ermes Simili e l’arte del ‘900 polesano”; Denis Raccanelli ex allievo del maestro, già docente di Arti Plastiche al Liceo d’Arte di Castelmassa, artista-scultore: “Il segno si plasma in argilla” viaggio nella scultura di Ermes Simili; Vittorio Spampinato critico e storico d’arte, “La spiritualità nell’arte di Ermes”. Nino Vincenzi, ex collega di Simili ha parlato dello stile dell’uomo docente e artista.  Federica, figlia del maestro, già docente di Lettere alla scuola media di Castelmassa, ha ringraziato i presenti e ha parlato della scuola Arti e Mestieri, dell’Istituto d’Arte ora Liceo artistico “B. Munari” e della sua influenza sulle attività del territorio. Ha, inoltre, ricordato alcuni aneddoti peculiari che caratterizzano l’uomo, il padre e l’artista. Durante la cerimonia, il prof. Nino Vincenzi ha chiesto all’Amministrazione comunale di dedicare una via e uno spazio pubblico del paese a Ermes Simili con il posizionamento di una sua opera. Per il centenario  è stato pubblicato il catalogo della mostra il cui progetto grafico è stato curato da Andrea Negri e sono state stampate linoleografie numerate sul tema dei Cavalli, soggetto preferito di Ermes, mentre l’artista Mario Manzalini, ex allievo, ha realizzato medaglie in alabastro con inciso il profilo  del maestro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie