Tentati furti in pieno giorno nel parcheggio di Concadirame, Rizzato: “Bisogna intervenire”

Gli avventori dell'argine che volevano solamente passare qualche ora nel verde per rilassarsi, si sono ritrovati con questa spiacevole sorpresa

ROVIGO – ”Nei giorni scorsi alcuni veicoli nel parcheggio lungo l’argine dell’Adige a Concadirame, sono stati presi di mira da dei criminali che hanno tentato di perpetrare furti al loro interno, per fortuna senza riuscirci”. A raccontare il fatto è Lorenzo Rizzato, già consigliere comunale. Rizzato spiega: “Nei casi segnalatimi e denunciati alle forze dell’ordine, per fortuna i delinquenti non sono riusciti ad aprire le auto, probabilmente grazie al continuo passaggio di persone. 

Gli avventori dell’argine che volevano solamente passare qualche ora nel verde per rilassarsi, si sono ritrovati con questa spiacevole sorpresa“. Rizzato continua citando altre situazioni simili verificatesi negli ultimi mesi: “Purtroppo questi atti non sono nuovi in città: negli ultimi mesi ci sono stati anche tentativi di furto in alcuni locali commerciali del centro storico, oltre ad alcune abitazioni nei quartieri Tassina, Commenda e San Bortolo. Un fenomeno preoccupante e che non deve essere sottovalutato dalla classe dirigente rodigina, che spesso ha ignorato il problema. La prossima amministrazione comunale dovrà impegnarsi per garantire maggiore sicurezza e serenità alla nostra comunità”.

Rizzato quindi prosegue spiegando alcune soluzioni possibili: “Risolvere definitivamente il problema è chiaramente difficile, ma il Comune può sicuramente intervenire per cercare di prevenire o far diminuire casi di questo genere. L’amministrazione comunale dovrebbe da un lato aumentare ancor più la collaborazione con le forze dell’ordine, istituire il terzo turno serale della polizia locale e sopratutto ampliare la rete di videosorveglianza comunale. Con l’ultimo intervento citato si può cercare di prevenire i reati e qualora fossero comunque commessi, rintracciare più agevolmente i colpevoli”. 

E proprio sulla possibilità concreta di estendere il sistema di videosorveglianza, Rizzato sottolinea: “Per ottenere le risorse economiche per finanziare un ampliamento della rete non sono nemmeno necessarie risorse di bilancio, dato che si può attingere a specifici bandi regionali e ministeriali. Senza tra l’altro aggravare il lavoro dei dipendenti comunali, data la disponibilità e la professionalità di As2, società di cui il Comune è socio e che ha ottenuto per molti Comuni polesani questo genere di finanziamenti”.

Rizzato dunque conclude: “Garantire maggiore sicurezza vuol dire non solo cercare di diminuire i reati ma anche aumentare la qualità della vita della nostra comunità, proprio per questo è fondamentale che la prossima amministrazione abbia a cuore questo tema”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie