Tre anni di Innovation Lab, un successo oltre le aspettative

Il candidato sindaco Edoardo Gaffeo: “Urban Digital Center di Rovigo, non male per una struttura che l’opposizione dava per spacciata dopo qualche mese”

ROVIGO – “Con la realizzazione dell’Innovation Lab-Urban Digital Center abbiamo riempito non solo di vita ma anche di forte significato un edificio che rappresenta il più recente vuoto urbano in città, in perfetta coerenza con il suo storico e originale scopo: la costruzione del futuro a partire dalla cultura, in questo caso la cultura dei dati”. Si tratta di uno dei fiori all’occhiello dell’amministrazione guidata da Edoardo Gaffeo, obiettivo raggiunto con l’allora assessore Luisa Cattozzo.

I risultati raggiunti dall’Urban Digital Center

Non è solo una percezione; il successo dell’urban Digital Center dalla sua nascita si può misurare anche in parametri numerici.

Numero visualizzazioni di eventi online: 1860

Numero di utenti raggiunti dal progetto: oltre 2000, di cui circa 1300 come partecipanti alle attività formative e di questi circa 500 studenti tra università, superiori, medie ed elementari.

Attività di animazione svolte all’interno dell’Urban Digital Center: 10 incontri informativi ed eventi con oltre 2000 partecipanti in presenza; 17 Work Lab; 50 laboratori di fabbricazione digitale, media, grafica e fotografia; 8 seminari; 3 hackathon.

Per quanto riguarda le Palestre Digitali, si sono svolte diverse attività in partnership con l’Università Iuav di Venezia: oltre 30 incontri divulgativi online e in presenza più altrettanti incontri in presenza di mappatura delle percezioni sugli obiettivi dell’Agenda ONU 2030.

Recupero dell’ex Celio

Il recupero dell’ex liceo Celio, ricorda Gaffeo, è stato concluso su due fronti: la ristrutturazione e la restituzione alla città della facciata con il mosaico di Milani che era occultata da impalcature da diversi decenni e la realizzazione di uno spazio destinato alla formazione digitale e alla partecipazione attiva delle persone ai processi di sviluppo urbano attraverso gli Open Data.

Finanziato nell’ambito del Bando POR FESR 2014-2020 della Regione, questo progetto è il risultato di una sinergia tra il Comune di Rovigo e i Comuni di Villadose e Adria. Con la promozione dei Dati Aperti, l’organizzazione delle Palestre Digitali e l’animazione SDGs in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia, l’Urban Digital Center si propone di connettere pubblico e privato per favorire lo sviluppo locale e la consapevolezza della trasformazione digitale.

Cos’è l’Innovation Lab

Operativamente, l’Innovation Lab non è solo un luogo fisico, ma un vero e proprio punto di incontro per la comunità, offrendo spazi di connessione e collaborazione. È un ambiente in cui individui e gruppi possono condividere idee, esplorare soluzioni innovative attraverso brainstorming, co-working, co-design. Al cuore dell’Urban Digital Center si trovano il Makers Lab e il Media Lab, due punti focali per l’apprendimento e lo sviluppo delle competenze digitali in ambiti come la fabbricazione 4.0 e i social media. Ma l’Urban Digital Center va oltre: con spazi come l’Agorà per dibattiti e approfondimenti, la sala conferenze e il temporary Lab, offre un ambiente dinamico e stimolante per lo scambio di conoscenze e idee. 

Urban Digitale Center – Innovation Lab è anche sede del nuovo corso di laurea magistrale in lingua inglese sulla gestione del rischio idrogeologico dell’Università di Padova.

Conclude il candidato sindaco Edoardo Gaffeo: “L’Innovation Lab è un progetto che mira a costruire il futuro della città attraverso la collaborazione e l’innovazione. È un passo avanti verso una comunità più informata, più connessa e più resiliente esattamente quello che vogliamo portare avanti chiedendo ai cittadini una conferma elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie