Tutto esaurito a Badia per la Leggenda di Belle e la Bestia

Una versione inedita, prodotta dalla Compagnia dell’Ora, firmata da Luca Cattaneo, con musiche originali di Enrico Galimberti

BADIA POLESINE (Rovigo) – Dopo il successo di pubblico ottenuto con l’omaggio al grande Ennio Morricone, lo scorso 25 novembre, il teatro Balzan è tornato a riempirsi con il musical “La Leggenda di Belle e la Bestia” in un doppio spettacolo, uno pomeridiano ed uno serale, sabato due dicembre.

Una scelta azzeccata che ha dato modo di ospitare nel piccolo teatro badiese il maggior numero possibile di spettatori, per un musical originale, liberamente ispirato alla favola di Jeanne-Marie Leprince De Beaumont. Una versione inedita, prodotta dalla Compagnia dell’Ora, firmata da Luca Cattaneo, con musiche originali di Enrico Galimberti, in scena nel ruolo della Bestia (bella la sua voce), alternate con momenti narrativi in stile colonna sonora ad altri di “pura canzone”. Un cast di 21 attori e le coreografie di Silvia De Petri, con 6 diverse ambientazioni scenografiche ed oltre 70 cambi d’abito, rendono il musical coinvolgente accompagnando lo spettatore nelle atmosfere della Francia dell’800, con le emozioni che solo il teatro sa dare. 

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6
Slide 7
Slide 8
Slide 9
Slide 10
Slide 11
Slide 12
Slide 13
Slide 14
Slide 15
Slide 16
Slide 17
Slide 18
Slide 19

La trama è nota: in un castello lontano un giovane principe, trasformato in una ripugnante bestia a causa della sua prepotenza, dovrà convivere con ricordi confusi del suo passato e di una principessa ormai diventati leggenda. Solo una persona in grado di amarlo più della sua stessa vita potrà spezzare l’incantesimo, riavvolgendo lo scorrere inesorabile del tempo. Il casuale incontro con Belle, figlia di un nobile marcante rimasto vedovo, fa riaffiorare nella memoria della Bestia il vago e dolce ricordo di una Principessa ormai dimenticata a causa di un potente sortilegio.  La ricerca di una soluzione che possa spezzare l’incantesimo si concretizza in un colpo di scena finale inaspettato, che conferma come la forza dell’amore vada oltre ogni cosa e che in fondo c’è sempre una seconda possibilità nella vita.

Sono state due ore di pura magia, uno spettacolo per adulti e bambini (molte infatti le famiglie presenti).

Alla fine della giornata, terminata per il presidente dell’Associazione che gestisce il teatro alle due del mattino, Dino Bonfante ha commentato: “I numeri sono numeri e certificano un successo eclatante, che ci ripaga dei tanti sacrifici e del lavoro di squadra. Devo anche dire che negli anni recenti a Badia non c’è mai stato uno spettacolo così complesso e aggiungerei di qualità, non troppo impegnativo ma che ha saputo trasmettere qualcosa a livello emotivo”. 

Dino Bonfante, il tipico “Self-made man” che ha scelto d’impegnarsi con umiltà personale nel sociale, ha anche tracciato un preconsuntivo della stagione, sottolineando: “Talvolta il vero teatro è in ciò che sta intorno al teatro, con situazioni impreviste da gestire nell’immediato per trovare soluzioni creative, ma quel che conta è che finalmente cominciamo a vedere i frutti del nostro impegno”.

Il prossimo appuntamento nella “bomboniera” badiese sarà il 16 dicembre con “Magic Christmas soul”, concerto natalizio, già sold-out.

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie