Un centro d’ascolto contro mobbing e stalking a Rovigo da Uil Veneto

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne il coordinatore del sindacato Gino Gregnanin annuncia il nuovo servizio con psicologi ed avvocati

ROVIGO – Uil Veneto apre a Rovigo il Centro di ascolto Mobbing e Stalking. Il taglio del nastro avverrà il 25 novembre – giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne – nella sede di viale Trieste 13, alle ore 10.00. Saranno presenti il coordinatore provinciale di Uil Veneto Rovigo Gino Gregnanin, la responsabile del centro ascolto Simonetta Varagnolo, la presidente del Consiglio comunale di Rovigo Nadia Romeo, gli psicologi e gli avvocati di supporto al servizio.

Uil sarà presente, inoltre, con un gazebo informativo, dalle 9.00 alle 17.00, in piazza Vittorio Emanuele nell’ambito delle iniziative promosse, in occasione della Giornata  contro la violenza sulle donne, dall’amministrazione comunale con la Commissione Pari opportunità e tanti enti ed associazioni e il coinvolgimento delle scuole.

“Il centro di ascolto Mobbing e Stalking – spiega il coordinatore provinciale della Uil di Rovigo Gino Gregnanin – è un servizio che mette in atto azioni specifiche per prevenire, intervenire, contrastare e combattere ogni forma di violenza. Crediamo profondamente che tutte le persone abbiano diritto di ricevere un supporto concreto, senza distinzione di sesso, età, strato sociale, cultura. Ogni giorno cittadini e cittadine sono sottoposte a varie forme di violenza, moltissime sono vittime di abuso fisico ed emotivo, stalking, mobbing e condotte alienanti, per citarne alcune. Il nostro obiettivo è di aiutare tutte le persone maltrattate e vittime di qualsiasi tipo di violenza, che stanno vivendo un momento di forte deprivazione psicologica e fisica e hanno bisogno di essere sostenute psicologicamente e legalmente“.

Lo sportello offre servizi di accoglienza, ascolto e supporto, assistenza psicologica, assistenza legale e orientamento al lavoro. Oltre che di persona, si può contattare in tutta sicurezza il Centro di Ascolto anche attraverso la App di Uil Veneto, segnalando il momento in cui essere richiamati senza correre rischi. Per informazioni si può contattare direttamente il coordinatore Gino Gregnanin al 348-4060949.

Ultime notizie