Un compleanno all’insegna della commozione e dell’allegria

Secondo anniversario del centro di aggregazione per la terza età di Cavazzana, gradito ospite il parroco don Enrico Schibuola che ha impartito la benedizione

LUSIA (Rovigo) – Il Centro di Aggregazione per la Terza Età di Cavazzana ha compiuto due anni dalla sua apertura e gli ospiti hanno festeggiato radunandosi per una merenda ed un brindisi simbolico alla presenza dell’assessore ai Servizi Sociali Lorella Battistella.

Ospite gradito il parroco don Enrico Schibuola che ha impartito la benedizione.

Il Centro è un servizio fortemente voluto dall’amministrazione comunale guidata da Luca Prando per dare un’occasione agli anziani di uscire di casa e ritrovarsi per socializzare e per sentirsi parte di una comunità. Gli ospiti, circa una trentina, hanno un’età compresa tra i 70 e gli 85 anni e attendono con trepidazione il martedì e il giovedì mattina per poter partecipare alle iniziative proposte, dalla ginnastica dolce, ai piccoli lavoretti con carta e colori, a giochi e attività di intrattenimento, alla tombola. Durante la mattinata c’è anche un momento dedicato alla merenda. Inoltre l’amministrazione organizza incontri tematici su argomenti di interesse sociale e culturale.

Durante la festa per il secondo anniversario, la signora Vittorina, frequentatrice del Centro, ha letto un pensiero a nome di tutti gli ospiti, ringraziando soprattutto le operatrici e sottolineando il valore di questo servizio: “È stato un toccasana per noi anziani – ha detto -, vedo sul volto di tutti i partecipanti un interesse per tutte le iniziative proposte. A quest’età penso che ognuno di noi abbia un disturbo fisico, ma in queste due ore che passiamo in compagnia ci sembra di non sentirli quasi più”.

“È proprio questo lo scopo del Centro – ha commentato l’assessore Lorella Battistella -, evitare l’isolamento degli anziani dentro le mura domestiche, farli sentire ancora vivi e partecipi della vita comunitaria, coinvolgerli in iniziative che migliorino il loro stato psico-fisico ed il loro benessere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie