Villa d’Adige: cerimonia della giornata del ricordo delle vittime della strada 

Sul sagrato della chiesa e sulla piazza antistante della frazione di Badia Polesine (Rovigo) sono state allestite 25 croci con le foto e i nomi delle vittime  

VILLA D’ADIGE (Rovigo) – La terza domenica del mese di novembre è la giornata mondiale dedicata alla memoria delle vittime della strada. I dati nazionali Istat del 2022 sono in aumento rispetto al 2021: con oltre 165.000 incidenti, 223475 feriti e 3159 vittime.Nella provincia di Rovigo i dati della Regione Veneto mostrano una leggera controtendenza513 incidenti (-24 incidenti rispetto al 2021), 662 feriti (-70)ed un uguale numero di vittime 22. La scorsa domenica 19 novembre, si è celebrata la giornata nazionale in memoria delle vittime della strada dedicata a quanti hanno perso la vita sulla strada ed ai loro familiari.

La cerimonia si è tenuta a Villa D’Adige, frazione di Badia Polesine, con il contributo dell’associazione Aifvs –Familiari vittime della strada- e dei volontari della parrocchia. Sul sagrato della chiesa e sulla piazza antistante sono state allestite 25 croci in legno realizzate a mano con le foto e i nomi delle vittime della frazione. La messa è stata celebrata dal parroco don Guido Varalta e animata dal coro San Costanzo. Dopo la preghiera corale e commemorativa, un momento di riflessione è stato riservato all’intervento dell’assessore Cristian Brenzan in rappresentanzadell’amministrazione comunale di Badia Polesine. Alla cerimonia hanno partecipato i parenti delle vittime, una rappresentanza dell’arma della Polizia locale con il comandante Marco  Faccenda. Andrea Ghirotto presidente della sezione, con sede nel basso veronese, ha ricordato attraverso il  sito ufficiale, che l’associazione ha come finalità tre concetti base: prevenire, educare, sensibilizzare. 

Ha rammentato che: “La distrazione, la velocità elevata, il mancato rispetto della distanza di sicurezza e della segnaletica stradale sono solo alcuni dei tanti errori che si commettono al volante di un veicolo. In questa giornata un ricordo particolare va anche agli appartenenti al corpo di Polizia che sono sulle strade tutti i giorni per compiere il proprio dovere e che spesso pagano un tributo molto alto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie