Bracconaggio ittico. Fermati e denunciati in cinque dai Carabinieri Forestali 

Un fenomeno criminale che non conosce sosta, fermati a Codigoro (Ferrara) avevano anche 2 elettrostorditori di costruzione artigianale, e 2 batterie per auto 

CODIGORO (Ferrara) – Ancora un intervento dei carabinieri del comando tutela forestale e del comando tutela biodiversità nella lotta all’incresciosa pratica della pesca illegale perpetrata nel territorio della provincia ferrarese.

Questa volta ad essere colti sul fatto sono stati 5 soggetti, tutti di nazionalità rumena, di età compresa fra i 44 e i 20 anni, di cui un paio già noti. L’intervento è stato portato a termine da militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Portomaggiore, Comacchio e Ferrara nonchè del Nucleo Carabinieri Biodiversità di Casalborsetti nel territorio comunale di Codigoro, precisamente in località “Torbiera”, all’esito di una prolungata attività di monitoraggio sugli spostamenti della banda, durata ben tre giorni e resa possibile dalla preziosa collaborazione di volontari operanti nel settore della vigilanza ambientale.

Seguiti e osservati nello svolgimento della loro attività, i bracconieri sono stati fermati al momento opportuno dai militari intervenuti, che hanno interrotto l’ “iter criminis” prima che fosse portato ad ulteriori sviluppi, mediante il sequestro dell’attrezzatura utilizzata allo scopo (2 elettrostorditori di costruzione artigianale, 2 batterie per auto, 2 gommoni gonfiabili, 2 guadini), dell’autovettura adoperata per il trasporto, oltre che del prodotto illecitamente catturato, costituito per lo più da esemplari di carpa per un peso stimato di circa 200 Kg. Di questi, la parte ancora vitale è stata restituita alle acque, una piccola aliquota avviata agli opportuni esami necroscopici a cura del dipartimento regionale dell’Iszler, il restante prodotto avviato a smaltimento, previa certificazione dei competenti organi sanitari sull’inidoneità al consumo alimentare. I cinque soggetti sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria per i reati di bracconaggio ittico e maltrattamento animali.

La presente operazione arriva all’indomani dei 4 arresti operati alla fine dello scorso mese di Febbraio, a testimonianza di un fenomeno criminale che non conosce sosta e della perseverante azione di contrasto dispiegata dai reparti speciali dell’Arma operanti in provincia.    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie