Caso Fleximan: Forza Nuova: “pieno sostegno legale”

In queste ore i vertici Nazionali di Forza Nuova si sono schierati a spada tratta al fianco di Mantoan sospettato di aver sabotato 5 velox in provincia di Rovigo 

ROVIGO – Allo stato è solo indagato, questo è bene precisarlo. L’accusa è di danneggiamento, ed è sospettato di aver tagliato con il flessibile 5 velox in Provincia di Rovigo. (LEGGI ARTICOLO)

Sono in tutto 8 gli atti vandalici contro i velox in Polesine negli ultimi mesi, con doppio assalto a Bosaro (LEGGI ARTICOLO), Taglio di Po e Baruchella, il penultimo in ordine di tempo quello di Corbola (LEGGI ARTICOLO).

L’ultimo sabotaggio è avvenuto alle 21 e 30 del 3 gennaio 2024 a Rosolina sulla Romea, (al chilometro 71,760, foto qui sopra) quello fatale sotto il profilo investigativo (LEGGI ARTICOLO)Le indagini dei Carabinieri di Adria, con l’ausilio del sistema di videosorveglianza, ed accertamenti tecnici irripetibili hanno dato un un volto al possibile Fleximan.

Enrico Mantoan, 42enne di fatto polesano (ma nato in provincia di Padova), esponente di spicco di Forza Nuova, volto noto della politica provinciale, è anche responsabile dell’associazione Soccorso Nazionale.

Gli episodi contestati al polesano sono quelli di Bosaro del 19 maggio e del 19 luglio 2023; Corbola e Taglio di Po la vigilia di Natale del 2023; Rosolina il 3 gennaio 2024.

Enrico Mantoan, che non intende rilasciare dichiarazioni in merito, ha nominato difensore di fiducia l’avvocato Giorgia Furlanetto del Foro di Rovigo.

 In queste ore i vertici Nazionali di Forza Nuova si sono schierati a spada tratta al fianco di Mantoan “Forza Nuova con Braveheart!

Non sappiamo se Enrico, dirigente di Forza Nuova a Rovigo e responsabile dell’Associazione Soccorso Nazionale, sia veramente “Fleximan”, ma sappiamo che se fosse colpevole lo sarà solo per questo Stato, al contrario colpevole di vessare gli Italiani anche attraverso strumenti volutamente acquistati per svuotare le nostre tasche; strumenti, di fatto non omologati, che troppo spesso non hanno nulla a che fare con la sicurezza stradale”. 

Sono le parole di Roberto Fiore, Segretario Nazionale, Luca Castellini, Vice Segretario Nazionale e tutto l’ufficio politico di Forza Nuova.

“Noi sappiamo che se lo fosse, Enrico sarebbe ulteriore dimostrazione che esiste ancora un’Italia profonda e ribelle che non subisce né mascherine, né logiche di guerra, né sostituzioni socio culturali, né imposizioni globaliste e nemmeno dittature stradali.

Da parte nostra, totale solidarietà e pieno sostegno legale per Enrico e per chiunque metta a rischio se stesso per difendere le Libertà del nostro Popolo”.

Sotto il profilo investigativo c’è il massimo riserbo, la Procura di Rovigo aveva diramato un comunicato ufficiale nel pomeriggio di venerdì, ma allo stato non risultano altri indagati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie