Una preziosa opportunità per tutti i ragazzi

Gli studenti di Porto Viro e Taglio di Po (Rovigo) hanno incontrato venerdì 9 e sabato 10 febbraio, lo scrittore Andrea Franzoso invitato a presentare il suo libro 

PORTO VIRO – TAGLIO DI PO (Rovigo) – Oltre cinquecento studenti di scuola secondaria di I grado degli istituti comprensivi di Porto Viro e di Taglio di Po hanno avuto la preziosa opportunità di incontrare, nelle mattinate di venerdì 9 e sabato 10 febbraio, lo scrittore Andrea Franzoso invitato a presentare il suo libro “Ero un bullo, la vera storia di Daniel Zaccaro”. 

Lo scrittore, originario di Cavarzere e residente a Bolzano, è laureato in giurisprudenza con un baccalaureato in filosofia e un master in Business administration. Dopo essere stato funzionario di Ferrovie Nord Milano ed essere balzato alle cronache per aver denunciato l’allora presidente della società, poi condannato per aver distratto ingenti somme per spese private, è divenuto uno scrittore di successo. Il suo primo libro, Il disobbediente, racconta la sua storia e, nell’autunno 2017, l’eco mediatica suscitata dal testo ha permesso di far approvare la prima legge italiana a tutela dei cosiddetti whistleblower.

Il dirigente scolastico Massimiliano Beltrame, che ha invitato lo scrittore in entrambi gli istituti comprensivi dopo aver apprezzato il libro, ha introdotto l’autore evidenziando come la storia di Daniel Zaccaro sia preziosa per tutti, ragazzi, famiglie ed educatori, “perchè anche l’errore più grave può essere recuperato e ciascuno può sempre cambiare e crescere se abbracciato e guardato in un modo diverso”. 

Nei diversi incontri, che si sono tenuti nella Sala Europa di Taglio di Po e nella Sala Eracle di Porto Viro, aperti anche ai genitori delle classi di scuola secondaria di I grado, l’autore ha potuto approfondire la tematica del bullismo e, soprattutto, del riscatto e del cambiamento, offrendo anche preziosi spunti di riflessione, di fronte al pubblico sempre attento e partecipo dei ragazzi. A segnare la svolta per Daniel Zaccaro, un ragazzo considerato perduto e irrecuperabile, è stato l’incontro con il cappellano del carcere, don Claudio, incontro da cui scatta un cambiamento e in cui il ragazzo impara a guardare le cose da una nuova prospettiva.

In tutti gli incontri, gli studenti hanno avuto la possibilità di rivolgere allo scrittore Franzoso diverse domande, anche a seguito dell’approfondimento del testo in classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie