Al varo una Commissione dedicata al Peroni TOP10 per lo sviluppo del campionato

Dopo il cambio delle regole, introducendo il time off, in occasione delle mischie ordinate, per aumentare lo spettacolo ed il tempo effettivo di gioco, la Federazione Italiana Rugby istituisce una Commissione per lo sviluppo del Top10

PARMA – La Federazione Italiana Rugby riafferma il proprio impegno verso un massimo campionato maschile sempre più funzionale alle esigenze dell’alto livello dopo la crescita qualitativa evidenziata nel corso del 2021/22 a seguito dei principi condividi con la Riunione di Verona del giugno 2021.

Il Presidente federale Marzio Innocenti ha annunciato, in occasione della presentazione delle Finali Scudetto 2022 del 28 maggio al “Lanfranchi” di Parma (LEGGI ARTICOLO), la nascita di una Commissione dedicata al Peroni TOP10, incaricata di valutare gli strumenti e le azioni necessarie per proseguire nel percorso di crescita del torneo, ponendo le Società sempre più al centro del progetto quali portatori d’interesse essenziali allo sviluppo di un asset strategico per la Federazione ed il rugby italiano.

La Commissione sarà composta dal Presidente federale accompagnato dai vice-presidenti Morelli e Luisi, dai Consiglieri federali e membri World Rugby Antonella Gualandri e Gianni Fava, dai Consiglieri Carlo Festuccia (quota atleti) e Carlo Orlandi (quota tecnici), dal Segretario Generale Roberto Musiani oltre che, per i temi di loro diretta competenza, dal Direttore Tecnico Daniele Pacini, dal  Direttore dell’Alto Livello Franco Smith, dal Prof. Guido Valori quale consulente legale di FIR e dal Responsabile della Comunicazione Andrea Cimbrico. 

Missione primaria della Commissione sarà definire le linee strategiche di sviluppo della manifestazione sotto il profilo tecnico-sportivo, ma anche individuare le aree di intervento e destinazioni di utilizzo delle risorse messa a disposizione dei Club, creando strumenti e processi di analisi del welfare finanziario delle Società, valutando interventi alla struttura del torneo, il tutto in funzione di un’evoluzione organica dell’ecosistema TOP10. 

“Nell’anno intercorso tra la Riunione di Verona, che ha segnato il riposizionamento del Peroni TOP10 nella progettualità d’alto livello della FIR, abbiamo ottenuto risultati importanti sotto il profilo dell’evoluzione tecnica del nostro massimo campionato e della capacità del torneo di essere funzionale alla formazione di atleti per il contesto internazionale” ha dichiarato il Presidente della FIR, Marzio Innocenti.

“La Federazione ha creduto e continuerà a credere ed investire nel campionato. Gli investimenti attuati in questi dodici mesi per implementare il TMO, garantire una copertura televisiva senza precedenti, consolidare il Peroni TOP10 come un asset di comunicazione centrale nelle strategie di FIR e, sopra ogni cosa, introdurre nuove regole funzionali ad innalzare l’offerta tecnica per meglio rispondere alle necessità del rugby d’élite hanno dato risultati concreti, e proseguiranno nelle stagioni a venire. La creazione di questo nuovo organismo interno a FIR è un ulteriore segnale della nostra volontà di lavorare, insieme ai Club ed al loro servizio, affinché il nostro campionato sia sempre più funzionale alla visione del rugby italiano che siamo impegnati a tradurre in realtà”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie