Viva Vittoria: coperte di lana contro la violenza sulle donne

Nel corso della giornata si alterneranno in piazza gruppi artistici e musicali con la presenza, tra i vari volti noti, anche della squadra della FemiCz Rugby Rovigo  

ROVIGO – Viva Vittoria Rovigo scalda i motori e si prepara al grande evento. Domenica 10 marzo – in caso di maltempo la manifestazione si terrà il giorno 17 – il progetto nato per contrastare la violenza sulle donne, grazie alla realizzazione di quadrati 50X50 centimetri all’uncinetto o ferri, approderà in piazza Vittorio Emanuele che per l’occasione ne sarà interamente ricoperta.

La presentazione si è tenuta in sala consiliare dove sono intervenuti il presidente della Provincia Enrico Ferrarese, la consigliera provinciale con delega alle Pari opportunità Lucia Ghiotti, oltre a Anna Maria Sgualdo per Viva Vittoria Rovigo, all’avvocato Annalisa Ghisellini per il Centro Antiviolenza Polesine e Davide Sergio Rossi per Bandiera Gialla.

I numeri della manifestazione parlano da sè: 13mila gomitoli di lana e oltre 12mila quadrati realizzati per 2900 copertine pronte e cucite in un anno di lavoro coinvolgendo Comuni del territorio, case di riposo, associazioni varie e anche singole persone in un’incredibile opera di sensibilizzazione che ha superato le più rosee aspettative della vigilia. Con quadrati di lana arrivati addirittura da Canada, Kenia e Stati Uniti.

In questo lungo percorso Viva Vittoria Rovigo ha avviato importanti partnership con le scuole, tramite laboratori dedicati all’arte dell’uncinetto e nella realizzazione di disegni su borse di carta, ma soprattutto con il carcere cittadino, con cui è stata firmata una convenzione – Rovigo è capofila in Italia – per portare l’esperienza all’interno degli istituti penitenziari del Paese.

Anna Maria Sgualdo:Si tratta di una pagina storica per il Polesine in quanto quest’iniziativa abbraccia tutto il territorio. Siamo orgogliosi della possibilità di portare questa sensibilità anche all’interno delle carceri e di essere da esempio nazionale su questo fronte ma anche del lavoro fatto con le scuole perché il contrasto alla violenza deve partire dalle giovani generazioni”.

L’avvocato Annalisa Ghisellini: “Confidiamo che questa sia l’occasione per sensibilizzare il territorio e i Comuni sull’esistenza del nostro Centro e che non sia la fine cioè il traguardo ma solo l’avvio di un percorso di rete in questa direzione”.

Davide Sergio Rossi: “Bandiera Gialla ha accolto e sposato il progetto sin dal principio facendo da raccordo con le realtà territoriali e gestendo la fase logistico-organizzativa dell’evento che sarà un’occasione unica per accendere i riflettori su questa piaga sociale chiamata violenza”.

Il presidente Enrico Ferrarese: “Una grande avventura che arriva al termine di un anno di lavoro e di azioni capillari per sensibilizzare le comunità. La Provincia di Rovigo nel contrasto alla violenza sulle donne è e vuol essere in prima linea riconoscendo Viva Vittoria Rovigo come un successo per tutto il territorio”.

Inizio evento a partire dalle ore 9 con la vendita dei quadrati che andrà a finanziare le attività del Centro Antiviolenza: nel corso della giornata si alterneranno in piazza gruppi artistici e musicali con la presenza, tra i vari volti noti, anche della squadra della FemiCz Rugby Rovigo Delta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie