10.000 ore di Solidarietà: oltre 230 giovani hanno preso parte all’ottava edizione

Successo per l’iniziativa dal Centro Servizio Volontariato di Padova e Rovigo, l’obiettivo è stato quello di offrire a giovani ragazze e ragazzi tra i 18 e i 30 anni un’occasione per provare un’esperienza di volontariato lunga un’intera giornata

ROVIGO – Sabato 9 marzo si è svolta a Padova e a Rovigo l’8a edizione del progetto “10.000 Ore di Solidarietà”, un’iniziativa dal Centro Servizio Volontariato di Padova e Rovigo, con il patrocinio dei Comuni di Padova e di Rovigo e della Caritas Giovani di Padova e Rovigo. L’obiettivo è stato quello di offrire a giovani ragazze e ragazzi tra i 18 e i 30 anni un’occasione per provare un’esperienza di volontariato lunga un’intera giornata.

L’edizione 2024 ha visto coinvolte 15 Enti del Terzo Settore: Vada (Volontari Amici degli Anziani), Coop. Il Sestante, Campo dei Girasoli, Sine Modo, Comunità Papa Giovanni XXIII, Rosagala, AFI Monselice, Centro Aiuto alla Vita Rovigo, Lanterna Magica, Opsa (Opera della Provvidenza di Sant’Antonio), Retake Rovigo, Casa Sacra Famiglia di Fratta Polesine, I.A.S.I. Pronto Anziano, Fondazione Opera Edimar, Villaggio Sant’Antonio Onlus, e 231 ragazze e ragazzi di diversi istituti scolastici e centri parrocchiali. Le iniziative si sono svolte tra i comuni di Padova, Monselice (PD), Noventa Padovana (PD), Piazzola sul Brenta (PD), Tribano (PD), Rovigo e Fratta Polesine (RO), coinvolgendo anche le scuole del territorio. Per gli enti che hanno accolto i giovani, l’iniziativa si è dimostrata un’interessante opportunità di apertura a nuovi potenziali volontari.

Nella prima mattinata, ciascun gruppo di giovani volontarie e volontari si è ritrovato presso la sede di realizzazione del progetto. Ogni gruppo ha così potuto scoprire il proprio compito della giornata, ricevendo il materiale necessario e le istruzioni per riuscire a svolgerlo. Le iniziative svolte sono state tante e diverse tra loro. Alcuni giovani hanno dedicato il proprio tempo alla pulizia di uno spazio verde pubblico, altri hanno potuto accompagnare degli anziani nelle attività quotidiane, trascorrendo insieme a loro del tempo di qualità. Alcuni hanno collaborato con uno di street artist, un nutrito gruppo di giovani ha trascorso alcune ore in una fattoria didattica e altri ancora hanno collaborato con delle persone con disabilità.

I progetti sono poi terminati alle 18:00, concludendo la giornata con un momento di restituzione e di ritrovo presso il Teatro Polivalente San Carlo Borromeo. In questa occasione, i partecipanti, guidati dagli operatori del Csv, hanno avuto l’opportunità di esprimere le proprie riflessioni rispetto alle attività svolte e fare un approfondimento sulle politiche europee del volontariato. Proprio in questa occasione, infatti, è stata presentato ai giovani partecipanti “Vote Volunteer Vision”, la campagna di Cev (Centro Europeo per il Volontariato) volto a sostenere l’elezione al Parlamento europeo di candidati e candidate che promuovono i valori del volontariato. Si tratta di un documento che vuole promuovere la partecipazione al voto dei cittadini europee e il supporto dei candidati che pongono le tematiche del volontariato come prioritarie nei loro programmi elettorali.

“Ed anche l’ottava edizione di “10.000 Ore di Solidarietà” è stata un successo – ha detto il presidente del Csv di Padova e Rovigo Luca Marcon – perché è riuscita a catalizzare l’attenzione di tantissime ragazze e ragazzi, dimostrandosi un progetto molto apprezzato dalle associazioni, che hanno risposto con entusiasmo a questa opportunità di apertura a nuovi volontari”. Gli fa eco la vicepresidente Marinella Mantovani: “Siamo davvero felici che “10.000 Ore di Solidarietà” abbia accolto ancora una volta così tante associazioni, scegliendo di aprirsi per accogliere nuove e giovani forze in grado di dare un aiuto concreto ai bisogni del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie