Ferrovie, disagi Rovigo-Chioggia, il calvario continua

La linea ferroviaria in esame è proprietà di Rete Ferroviaria Italiana, questa la risposta all’interrogazione di Jonatan Montanariello del Pd Veneto, 

VENEZIA – “Sui pesanti disagi per i pendolari della tratta ferroviaria Rovigo-Chioggia la Giunta regionale risponde alla mia interrogazione con un nulla di fatto che lascia ancora in sospeso la soluzione dei problemi”.

Ad affermarlo il consigliere regionale del PD Veneto e vice presidente della commissione trasporti, Jonatan Montanariello.

“Una risposta che si limita a ribadire ciò che già sappiamo bene. Ovvero che ‘la linea ferroviaria in esame è proprietà di Rete Ferroviaria Italiana’ e che ‘l’esercizio ferroviario è in capo a Infrastrutture Venete S.r.l., società regionale, che lo esercita attraverso l’impresa ferroviaria Sistemi Territoriali S.p.A’. Pure la spiegazione della mancata regolarità dei servizi non dice nulla di nuovo: ‘può derivare da situazioni da ricondurre a problematiche di tipo tecnico attribuibili al gestore dell’infrastruttura quali malfunzionamenti degli impianti di controllo, piuttosto che all’impresa ferroviaria quali ad esempio l’assenza improvvisa per malattia del personale’. Parole che dicono tutto e il contrario di tutto”.

“Viene infine ribadito che ‘la Regione interloquisce formalmente, sia con i gestori dei servizi che dell’infrastruttura e mette in atto tutte le azioni conseguenti, finalizzate al superamento delle criticità’. Ma di azioni vere per mettere fine a questo disagio, non se ne vede ancora l’ombra. Si tratta – conclude Montanariello – di uno stallo molto grave”.

Ultime notizie