Finanziamenti straordinari per il trasporto pubblico locale

Il provvedimento della Regione Veneto assegna agli Enti affidanti l’importo complessivo di 6.500.000 euro, ad integrazione dei finanziamenti già assegnati lo scorso giugno e pari a 259.652.201 euro.

VENEZIA – La Giunta regionale del Veneto, su proposta della vicepresidente e Assessore alle Infrastrutture e Trasporti, Elisa De Berti, ha approvato il riparto dei finanziamenti straordinari destinati a sostenere il settore del trasporto pubblico locale – automobilistico, tramviario e di navigazione lagunare – nell’esercizio 2022, in un contesto generale che segna una progressiva ripartenza della domanda di mobilità a seguito del termine dell’emergenza sanitaria da Covid-19, ma che vede anche l’impatto dell’aumento dei prezzi dei prodotti energetici sui costi di produzione dei servizi. Il provvedimento assegna agli Enti affidanti l’importo complessivo di 6.500.000 euro, ad integrazione dei finanziamenti già assegnati lo scorso giugno e pari a 259.652.201 euro.

“Abbiamo raccolto le richieste delle aziende di trasporto pubblico locale che continuano ad essere in sofferenza e a risentire degli effetti della pandemia. Nonostante la domanda di mobilità sia in fase di ripresa, si registrano valori comunque inferiori rispetto al periodo pre-emergenziale con un inevitabile impatto sull’equilibrio finanziario dei bilanci delle società. A questa situazione, si aggiunge adesso il caro carburante. Da parte della Regione l’attenzione si conferma massima affinché le aziende e gli enti di governo riescano a far quadrare i bilanci senza necessità di eventuali ritocchi sulle tariffe”, spiega la Vicepresidente Elisa De Berti.

Gli stanziamenti aggiuntivi si sommano ai trasferimenti che lo stato eroga a valere sul Fondo Nazionale Trasporti nonché ai mancati ricavi e ai servizi aggiuntivi legati all’emergenza Covid. 

Ultime notizie