Il presidente della Provincia ha inaugurato la mostra fotografica de La Volanda

All’inaugurazione c’erano anche l’assessore ai lavori pubblici di Badia Polesine (Rovigo), Cristian Brenzan, e l’assessore ai servizi sociali di Stienta 

BADIA POLESINE (Rovigo) – Dribblando fra gli impegni istituzionali, che lo vedevano impegnato a 23 chilometri di distanza in una concomitante manifestazione, il presidente della Provincia Enrico Ferrarese non ha voluto mancare alla parola data, inaugurando la mostra fotografica dei ragazzi disabili de La Volanda alla sala civica “Bonaventura Gidoni” di Badia Polesine.

È stato un onore ed un privilegio – ha dichiarato il presidente dell’associazione Brasioli – tanto più che la nostra è una piccola associazione laica che da vent’anni si occupa esclusivamente d’inclusione sociale delle persone fragili”.

All’inaugurazione, “…semplice come lo stile dei protagonisti”, c’erano anche l’assessore ai lavori pubblici di Badia, Cristian Brenzan, in rappresentanza del sindaco, e l’assessore ai servizi sociali di Stienta Marco Franchi

La mostra ha portato all’attenzione dei visitatori 30 opere fotografiche (formato Polaroid in b/n) di quattro provetti fotografi dell’associazione, magistralmente coordinati da Francesco Rainone (Tutor dell’associazione), che da anni coltiva il progetto Disability is not inability (La disabilità non è incapacità). “Sono immagini assolutamente pulite, minimaliste e senza filtri tecnologici e che soprattutto rappresentano l’anima dei fotografi, – ha commentato il curatore della mostra Rainone – proprio per questo, le fotografie dei protagonisti si devono vedere e non semplicemente guardare”.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6
Slide 7
Slide 8
Slide 9
Slide 10
Slide 11
Slide 12
Slide 13
Slide 14
Slide 15
Slide 16

Un genitore presente ha commentato, “L’esposizione è la dimostrazione di come i cosiddetti disabili, se opportunamente seguiti come fa La Volanda, possano esprimere potenzialità inimmaginabili”.

Per la cronaca, si è fermato a salutare i giovani espositori, intrattenendosi affabilmente con loro, il decano del paese Umberto Marabese (107 anni).

Graditissima anche la presenza della presidente provinciale di Ancescao Mara Barison, nota ed esperta fotografa, che ha ritenuto “doveroso” visitare la mostra. La psicologa dell’associazione, Annalisa Rainone, ha espresso la convinzione che un sistema simbolico di rappresentazione reale come la fotografia, possa diventare mezzo per aumentare la consapevolezza, l’auto percezione e l’autostima dei portatori di fragilità.

Il presidente della provincia Ferrarese, ammirato dalle foto esposte, ha lanciato l’idea di organizzare qualcosa di analogo a Stienta (dove la Volanda ha una sede operativa) e persino a Palazzo Celio.

Sempre per la cronaca, i quattro espositori sono: Roberto Banzi di Occhiobello, Tyrone Bolzoni di Guarda Veneta, Maria Brasioli di Badia e Alberto Ghirotti di Lusia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie