Maltempo, Luca Zaia “trasmesso stato di emergenza regionale”

Le aree colpite sono quella polesana in particolare Rovigo, Adria, Villadose, Rosolina e Porto Viro

ROVIGO – Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha trasmesso al Governo e alle strutture della Protezione Civile Nazionale il decreto di dichiarazione di stato di emergenza regionale a seguito delle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi ieri, martedì 22 novembre, nel territorio veneto. In particolare nei territori della provincia di Rovigo e nel litorale della Città Metropolitana di Venezia. 

leggi l’articolo sul maltempo nel Delta

leggi l’articolo sull’albero caduto alla Stazione ferroviaria

leggi l’articolo sull’albero caduto in viale Trieste

leggi l’articolo sugli allagamenti

Le importanti precipitazioni, infatti, hanno causato danni al suolo e al patrimonio pubblico e privato che sono in attesa di valutazione e di una esatta quantificazione. Le aree colpite sono quella polesana in particolare Rovigo, Adria, Villadose, Rosolina e Porto Viro, in cui i nubifragi hanno causato numerosi allagamenti; l’intero litorale veneto, con le principali località turistiche; l’entroterra dove si sono registrati numerosi interventi per mettere in sicurezza gli edifici e le alberature danneggiate. 

Il decreto dello stato di emergenza regionale è stato inviato al Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, al Ministro per la Protezione Civile Sebastiano Musumeci e al Capo Dipartimento della Protezione Civile nazionale Fabrizio Curcio. 

Ultime notizie