Basta ai soliti eventi di street food in centro, bisogna diversificare

Il candidato consigliere Andrea Denti (FdI) sul commercio a Rovigo: valorizzare piazza XX Settembre, organizzare mostre scambio e mercatini, feste dello sport, il carnevale senza dimenticare parcheggi e plateatici

ROVIGO – “Da anni si discute sul tema del commercio della città. Nonostante i diversi assessori che si sono succeduti e addirittura l’ultimo sindaco Edoardo Gaffeo, che per diverso tempo è stato il titolare dell’assessorato, non si sono visti grossi cambiamenti” dichiara il candidato consigliere Andrea Denti, nella lista di Fratelli d’Italia per l’elezione a sindaco di Valeria Cittadin.

“In primis sindaco e assessori, sembrano presi da una sindrome “da palazzo”, una volta nominati scompaiono dai radar e non si vedono più tra la gente, perdendo il contatto col tessuto sociale e commerciale.

Occorre, a mio avviso, trovare un giusto equilibrio tra eventi culinari indiscriminati, lo street food, che portano certo un po’ di movimento, ma bloccano, dal giovedì alla domenica, le attività commerciali presenti sul Corso del Popolo, con poco incentivo ad aprire, dato che sono invase da bancherelle ed emarginate.
Perchè non valorizzare maggiormente le piazze centrali e la dimenticata piazza XX Settembre?
Perchè non alternare alle solite manifestazioni culinarie, delle nuove: mercatini dell’usato, feste della Pro Loco con prodotti tipici locali, mostre scambio d’auto e auto d’epoca, festa dello sport, un carnevale, festa del volontariato, feste dei fiori e dei fiorai?

Yuyyo questo anche per sfruttare il buon movimento di turisti che vengono per le grandi mostre di Palazzo Roverella.

Le domeniche ecologiche, ahimè necessarie per l’ambiente, devono per forza desertificare il centro o possono essere sfruttate in altro modo, con un riempimento di un vuoto sonnacchioso, adatto solo per sentire il silenzio tetro della città, che sembra anch’essa riposarsi assieme agli abitanti?

Il Comune, assieme alle associazioni di categoria devono dare una scossa visibile, da anni prospettata, ma mai attuata.

Invito la nuova giunta a ridurre il prezzo della tassa suolo pubblico dei plateatici per evitare che i pubblici esercizi facciano un calcolo di convenienza di tenere chiuso rispetto agli introiti previsti.

Ultima, ma non ultimo, alcuni accorgimenti sui parcheggi e sul decoro urbano: mancano parcheggi rosa per donne incinte, mancano cestini pubblici con la raccolta differenziata e, mancano raccoglitori di sigarette spente, ne conto due in tutta la città” conclude Denti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie