Il maggio del Lions fra la musica sulle orme del Palladio e la bonifica dell’agro Pontino

Un mese ricco di eventi dedicati alla musica colta, per il Lions club Badia Adige Po. Il 5 maggio si è iniziato con il concerto del maestro Franco Guidetti in Sala Soffiantini

BADIA POLESINE (Rovigo) – Maggio è stato un mese ricco di eventi dedicati alla musica colta, per il Lions club Badia Adige Po. 

Aperto il 5 maggio con il concerto del maestro Franco Guidetti, in sala Soffiantini, il calendario di eventi promossi dal club altopolesano con musiche ispirate all’architetto-musico, Andrea Palladio. Guidetti, che si dedica da anni alla valorizzazione delle Ville Venete, ha sbalordito il pubblico con gli speciali strumenti multi manico realizzati dall’artigiano Gianni Baretta. Secondo Guidetti “…il Palladio potrebbe aver pensato in musica i suoi progetti”.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6

Gli appuntamenti sono proseguiti il 10 maggio sulla nave ormeggiata sulla riva sinistra del Po, a Ficarolo, rimessa in sesto col risolutivo impegno del past president Stefano Villani. Qui, ha ricordato Silvia Lezziero, il sole riflesso sulle acque del grande fiume ed il tramonto hanno accompagnato i soci del club Badia Adige Po verso il cuore della serata, in cui hanno potuto ascoltare la ricercatrice Roberta Morelli, moglie del socio Paolo Forti ed autrice del saggio storico “Il contributo dei ferraresi alla redenzione dell’Agro Pontino”, scritto a quattro mani con la dottoressa Stefania Sanna. 

Nella presentazione del lavoro Roberta Morelli, ha narrato le vicende e i fatti che hanno portato alla bonifica integrale di quella vasta area laziale, compiuta nel corso di un decennio da numerose famiglie ferraresi, rodigine, ravennate, trevigiane. Uno spaccato storico rivelato e portato alla conoscenza più approfondita grazie al volume presentato ai soci Lions.

U.M.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie