Lega e Forza Italia si preparano all’incontro con Fratelli d’Italia

In attesa dell'esito del coordinamento provinciale di Fratelli d'Italia i due partiti di coalizione si trovano per dettare la linea del centrodestra

ROVIGO – Nessuno lo dice con chiarezza, ma i nomi che Fratelli d’Italia dotrebbe fare per Rovigo al tavolo degli alleati per l’individuazione del candidato sindaco di coalizione per il centrodestra unito, ovvero quello di Enrico Caterino e di Valeria Cittadin, verranno bocciati da Forza Italia e Lega.

Pomeriggio di “grandi manovre” per i due partiti che si sono confrontati tra il segretario regionale Alberto Stefani (Lega) e Piergiorgio Cortelazzo (Forza Italia) in sede degli azzurri dove sono confluiti sia gli ex consiglieri leghisti con il segratrio provinciale Guglielmo Ferrarese ed il locale Riccardo Ruggero, mentre per Forza d’Italia non hanno mai mollato il tavolo delle consultazioni il vice coordinatore provinciale Luigi Viaro ed il comunale Andrea Bimbatti.

Sui parabrezza delle auto in sosta in centro storico i volantini di Forza Italia, senza candidato sindaco, ma con chiaro invito al voto di lista, una uscita in solitaria in vista delle amministrative del prossimo 9 giugno.

Sorrisi, ma anche tensione, per un pomeriggio intenso all’interno della sede di Forza Italia, poche le certezze salvo che il candidato sindaco dovrebbe essere un politico, condizione che esclude i nomi in mente a Fratelli d’Italia. Sull’intenzione a correre uniti la risposta è “non dipende da noi, dipende da Fratelli d’Italia”, che dice tutto, come nulla, ma il feeling tra azzurri e leghisti è evidente.

E’ atteso per domani il coordinamento provinciale del partito guidato da Valeria Mantovan che dovrebbe licenziare i nomi da proporre agli alleati, un coordinamento che potrebbe anche vedere la presenza di Luca Bellotti, o qualche delegato per lui, che potrebbe porre all’attenzione del coordinamento il nome dell’ex sottosegretario da Trecenta, il politico polesano con il più lungo e completo curriculum politico del Polesine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie