Paolo Saggia (PD): Con il voto di domenica è in gioco il nostro futuro, molto più di quanto crediamo

Secondo il segretario locale del Pd di Porto Viro è di importanza fondamentale avere un rappresentante polesano in Parlamento

PORTO VIRO (Rovigo) – “Il Partito Democratico è l’unica alternativa possibile per far vincere il Polesine”, così esordisce il segretario del circolo del Partito democratico di Porto Viro Paolo Saggia. “Il mio appello è rivolto a tutte le cittadine e cittadini di Porto Viro che abbiano a cuore le sorti del nostro territorio, la sua crescita, la sua valorizzazione e la sua visibilità e centralità nelle scelte politiche di chi ci governa. Mi pare evidente che, tra tutti i partiti, il Pd sia stato l’unico che abbia dato un riconoscimento e una degna considerazione alla nostra terra puntando su due rodigini, Nadia Romeo e Alberto Lucchin, una donna e un uomo di riconosciute capacità, competenza ed esperienza. Il messaggio che voglio trasmettere – continua il segretario locale – è l’importanza fondamentale di avere un rappresentante polesano in Parlamento, una grande occasione per noi di riscatto e di fiducia nel futuro affinché la nostra provincia non continui ad essere dimenticata, lasciata ai margini dell’agenda politica e considerata la Cenerentola del Veneto.

La questione è molto semplice: stanno arrivando fondi ed opportunità da Roma e dall’Europa, non possiamo assolutamente permetterci di non avere un rappresentante al Governo che spinga per il nostro territorio”.

Saggia assicura che il circolo di Porto Viro sta facendo il possibile per veicolare questo messaggio parlando con ogni persona e cercando di convincere soprattutto chi non vuole andare a votare.

Nadia Romeo, Alberto Lucchin

Neppure un voto deve andare disperso – continua Saggia – È importante spiegare loro che questa è per noi una grande occasione, non possiamo perderla, se vogliamo discutere di programmi e contenuti il nostro partito è l’unico che ha proposte serie in tema di ripresa, lavoro, sanità accessibile, diritti ai giovani studenti, assistenza agli anziani, semplificazione della burocrazia per il terzo settore, pari opportunità e contrasto alla violenza di genere.

In tutto questo bailamme di propaganda urlata dove ha ragione chi alza di più la voce, non è difficile capire quale sia la proposta politica più credibile e più vicina alla gente. Il 25 settembre abbiamo tutti un impegno inderogabile, recarsi a votare per cambiare il destino dell’Italia, ma anche di Porto Viro.

E’ importante recarsi al seggio con questa consapevolezza, è in gioco il nostro futuro e quello dei nostri figli, molto più di quello che crediamo” conclude il segretario locale del circolo Pd di Porto Viro.

Ultime notizie