San Martino, sette nuovi defibrillatori per il territorio 

Mercoledì 21 settembre la sindaca Elisa Sette, l'assessore ai lavori pubblici Riccardo Saoner e il vicesindaco Vinicio Piasentini hanno consegnato personalmente a tutti gli istituti scolastici il nuovo defibrillatore, alla presenza della dirigente scolastica dell'istituto comprensivo di Villadose (Rovigo) Nicoletta Marchetto, degli insegnanti e di una rappresentanza degli studenti.  

SAN MARTINO DI VENEZZE (Rovigo) – Nuovo investimento del Comune di San Martino di Venezze sul tema della sicurezza. L’amministrazione comunale, infatti, ha acquistato sette defibrillatori per arricchire la disponibilità di questi dispositivi salvavita sul proprio territorio.

Quattro unità sono state destinate alle scuole, rispettivamente: scuola dell’infanzia comunale, scuola dell’infanzia paritaria della frazione di Beverare, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado del capoluogo. 

Le altre tre unità sono state installate nella sede municipale di palazzo Mangilli, nell’area degli impianti sportivi di piazzale Pertini e al centro Casa di Beverare.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6
Slide 7
Slide 8

Mercoledì 21 settembre la sindaca Elisa Sette, l’assessore ai lavori pubblici Riccardo Saoner e il vicesindaco Vinicio Piasentini hanno consegnato personalmente a tutti gli istituti scolastici il nuovo defibrillatore, alla presenza della dirigente scolastica dell’istituto comprensivo di Villadose Nicoletta Marchetto, degli insegnanti e di una rappresentanza degli studenti. Il gesto simbolico della consegna è stato anche l’occasione per un breve ma interessante confronto con i ragazzi, in cui è stata ribadita l’importanza di questi dispositivi salvavita e soprattutto la loro conoscenza.

La sindaca Elisa Sette ha annunciato: “Ci saranno delle iniziative di sensibilizzazione sull’argomento del primo soccorso, in collaborazione con la Croce rossa italiana nel prossimo mese di ottobre”.

“L’investimento fatto dall’ente di 11mila euro – ha proseguito la prima cittadina – è significativo e doveroso per alzare l’attenzione, il senso civico e la presenza di livelli di prima assistenza adeguati nel nostro territorio. È altresì fondamentale la conoscenza e la formazione all’uso dei defibrillatori che, al giorno d’oggi, devono essere patrimonio di un sempre maggior numero di persone. Abbiamo fortemente voluto le installazioni di alcuni defibrillatori in spazi pubblici ad alta frequentazione che si possano affiancare alle altre unità presenti, in questo modo avremo una copertura più estesa e un’utilità pubblica di alto livello”.

L’assessore Riccardo Saoner ha richiamato l’importanza del partner Elmed Garda: “Specializzato nella fornitura di apparecchiature elettromedicali, ha provveduto alla consegna dei dispositivi e fornito la consulenza necessaria alla scelta delle soluzioni tecnologiche migliori.” L’assessore ha spiegato: “Le unità esterne sono ospitate in particolari cabinet che garantiscono ventilazione oppure riscaldamento, per tenere sempre i Dae in condizioni climatiche ottimali per garantire la massima efficienza”.

Saoner ha concluso: “Le installazioni sono allarmate e dotate di videosorveglianza. È prevista, inoltre, la possibilità di attivare in futuro un sistema di telecontrollo che potrà garantire un costante monitoraggio dello stato di funzionamento.”

Ultime notizie