Una visita molto suggestiva

Grazie alla collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Adria e l’Associazione Culturale Studio D, i visitatori, muniti di pila, sono stati accompagnati al buio alla scoperta di alcuni enigmi archeologici legati alla grande necropoli 

ADRIA (Rovigo) – La visita intitolata “I misteri della necropoli del Canalbianco” proposta dalla Pro Loco di Adria nell’ambito della rassegna regionale “Veneto Spettacoli di Mistero” sabato 12 novembre ha riscosso un notevole consenso di partecipazione e di gradimento.  Grazie alla collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale cittadino e l’Associazione Culturale Studio D, i visitatori, muniti di pila, sono stati accompagnati al buio alla scoperta di alcuni enigmi archeologici legati alla grande necropoli scoperta in occasione dello scavo del cosiddetto canale Mussolini. 

Una visita molto suggestiva grazie anche alla professionalità di Stefania Paiola dell’Associazione Culturale Studio D che ha catturato l’attenzione di grandi e piccini. Tra le varie tappe del percorso non poteva mancare la più famosa sepoltura della necropoli del Canalbianco ovvero la nota “tomba della biga”. Rinvenuta il 25 maggio 1938 durante lo scavo di un canale a sud della città, custodisce ancora tra i vari enigmi quello del destinatario del sacrificio di tre cavalli: un guerriero celtico o monumento rituale deposto nel centro della necropoli dedicato al cavallo o a defunti di alto rango sepolti nella necropoli stessa? Il tema dell’acqua prescelto quest’anno per Veneto Spettacoli di mistero 2022 si è ben sposato alla Città di Adria che lega la sua storia al Mare Adriatico.

Il sodalizio di Piazza Bocchi ci tiene a ringraziare in modo particolare la direttrice Alberta Facchi e il personale del Museo Archeologico di Adria per la preziosa sinergia.

Alla visita al Museo Archeologico doveva seguire l’appuntamento presso il Museo Septem Mària intitolato “Storie e racconti della bonifica”.  Per alcuni problemi la visita è stata annullata, ma sarà recuperata il 26 novembre alle ore 18.00. 

Ultime notizie