Vandalizzati i manifesti di Rovigo Si Ama

Il candidato sindaco Federico Frigato: "altri schieramenti hanno le ingenti risorse dei partiti alle spalle, noi ci autofinanziamo e accusiamo pesantemente i danni di simili vandalismi"

ROVIGO – “Ci hanno strappato i manifesti a poche ore dall’affissione. Un record. E’ evidente che diamo fastidio. E potrebbe anche essere un bell’attestato di merito, se non fosse che noi, al contrario di altri schieramenti che hanno le ingenti risorse dei partiti alle spalle, ci autofinanziamo. E, quindi, accusiamo pesantemente i danni di simili vandalismi”. 

E’ l’amara constatazione di Federico Frigato, candidato sindaco della lista civica Rovigo Si Ama alle elezioni amministrative del prossimo 8 e 9 giugno. Nella mattinata di oggi, lunedì 15 aprile, infatti, i manifesti elettorali affissi poche ore prima in via Portello, vicino a via Sacro Cuore, e in viale Tre Martiri, vicino all’incrocio Stoppa, sono stati strappati. Non uno, non due, ma tutti quelli che erano collocati nella prima postazione e buona parte di quelli affissi nella seconda. 

“Sono propenso a credere che, come detto – prosegue Frigato – sia la conferma che ‘diamo fastidio’. Probabilmente perché, in una campagna elettorale dove tutti giocano a fare ‘i civici’, per poi imbarcare a man bassa partiti, con o senza simboli, (Tosini il Pd; Gaffeo il Movimento 5 Stelle; Cittadin con Fdi, Forza Italia, Lega Salvini, Udc, Coraggio Italia; Rossini con Noi Moderati; ndr) noi abbiamo scelto di non stringere accordi con alcun partito, ma di proseguire per la nostra strada: un gruppo di cittadini, senza appartenenze politiche, che ama Rovigo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie