Il Torneo Bottacin è stato un test davvero formativo per la crescita dei giovani rossoblù

Under 7, 9, 11, 13 della Monti Junior Rovigo al Torneo Bottacin di Padova, un test importante per la crescita dei piccoli rossoblù. L’U15 ha vinto a Rubano 17-12

ROVIGO – Esperienza positiva per la Monti Rugby Rovigo Junior domenica scorsa al Torneo Bottacin di Padova. In casa del Petrarca, la cui organizzazione è stata encomiabile, i piccoli atleti rossoblù hanno avuto modo di confrontarsi con squadre da tutt’Italia, conoscere altri ragazzi, condividere la stessa passione per la palla ovale. Al di là del risultato, l’obiettivo della Monti, dopo due anni di stop forzato, era di verificare non solo la preparazione atletica, ma la gestione delle emozioni, la capacità di fare squadra, la voglia di impegnarsi. E il Torneo Bottacin è stato un test davvero formativo per la crescita dei ragazzi.

Le Under rossoblù si sono dovute scontrare tutte con un girone di ferro, con squadre forti del calibro del Milano, Parma, Benetton Treviso e Mogliano.

UNDER 7:

Per l’Under 7 è stata una giornata di vero divertimento, dove, data la tenera età, non c’è stata una vera e propria competizione, ma una condivisione di gioco. “I bambini si sono messi di grande impegno e sono molto soddisfatto del gruppo che si è creato – ha detto il coach Riccardo Mizzon – La partita finale a squadre miste, con le varie maglie colorate, è stata una bella  occasione per incontrare e conoscere nuovi compagni. Un bellissimo giorno di festa”

In campo Dario Piva, Salmaso Pietro e Guido, Puscas Matteo e Sebastian, Riccardo Bragante, Ettore Maldi, Steven Cercizi, Edoardo Padovan. All. Riccardo Mizzon

UNDER 9

L’Under 9 ha vinto con Benetton e Mogliano e ha ceduto il passo con Milano (terzo posto finale) e Parma, tutte le partite con una sola meta di scarto.  

Terzo posto nel girone per i bimbi di coach Roberto Rizzati che nel pomeriggio sono scesi in campo ugualmente grintosi superando gli Highlinders Formigine 5-1 e avendo la meglio sul Primavera rugby nella finale per il nono posto. 

“Quasi tutti i miei ragazzi non avevano mai partecipato a un torneo di questo livello – commenta coach Rizzati – e l’emozione forse non ci ha permesso di esprimerci al meglio in un paio di partite che comunque sono state combattute punto a punto e decise da episodi nei secondi finali. È stato importante esserci e riprendere con i tornei. Sono orgoglioso dei giocatori e sono certo che faranno tesoro di questa esperienza”.

Formazione: Gregorio Gnesini, Leonardo Balzan, Leone Barion, Flavio Leone Cavaliere, Giacomo Murli, Riccardo Oliviero, Pierfrancesco Zago, Alessandro Zeri, Giacomo Ragazzi, Filippo Ferrari, Nicolò Barbierato. All. Roberto Rizzati

UNDER 11

Per l’Under 11 la giornata è stata molto impegnativa, dovendosi confrontare con squadre più organizzate e consolidate, pagando in termini di risultato bambini al primo anno di rugby e senza esperienza di tornei di questo calibro. Finisce al 17esimo posto, avendo perso tutte le partite del proprio girone e vincendo solo nel pomeriggio le due contro il Benetton B e il Cittadella.

“Hanno avuto una giornata difficile perché la tensione e la mancanza di esperienza hanno avuto il loro peso – ha commentato il coach Thomas Rimati -. Sono entrati in campo preoccupati e non hanno mostrato il gioco che sanno fare. Io sono comunque contento per l’esperienza che hanno fatto e perché, nonostante avessero perso il girone, non si sono demoralizzati e hanno vinto le altre due partite. Sono orgoglioso dei miei ragazzi perché hanno mostrato una crescita caratteriale importante. A me non interessa crescere fenomeni, ma gli uomini di domani”.

Formazione: Leonardo Bacchiega, Alessandro Barion, Gaetano Gnesini, Tommaso Gonelli, Luca Gambarin, Mattia Ledda, Alberto Marongiu, Edoardo Roux, Leonardo Santato, Pietro Alfredo Sciamanna, Lorenzo Veronese. All. Thomas Rimati

UNDER 13

Il girone si è mostrato impegnativo anche per l’Under 13, che ha perso con il Milano, con il Benetton per una meta di scarto e così anche contro il Parma, per poi pareggiare l’ultima con il Mogliano.

Difesa rossoblù troppo lenta e poca comunicazione in campo hanno pesato sui risultati, tanto che a fine girone i ragazzi erano consapevoli di non aver dato il meglio. “Continueremo ad allenarci sulla fase della difesa – è il commento di coach Emanuele Pusceddu – e ad essere veloci sullo schieramento della squadra. Peccato perché il torneo era alla nostra portata. A me non importano i risultati, adesso continueremo a lavorare ma sono certo che ci prenderemo qualche soddisfazione quest’anno”.

Formazione: Alan Angeri, Vittorio Bellinello, Mathias Boarolo, Enrico Canti, Gianmarco Ferrarese, Elia Forno, Luca Giust, Youssef Hedfi, Luca Mares, Giorgio Massaro, Manuel Monterosso, Alberto Oliviero. A disposizione: Denny Pellegrini, Leonardo Ruzzante, Mattia Salvalaio, Vittorio Scalco, Leonardo Tommasi, Pietro Zamana, Davide Zanirato.

Unica Under a non partecipare al Trofeo Bottacin è stata l’U15, impegnata nel suo campionato a Rubano, dove ha portato a casa la vittoria con il punteggio di 17 a 12. Partiti subito in modalità d’attacco, con un buon possesso palla e multifasi nei primi 20 minuti, mettendo in difficoltà l’avversario, ma a fine primo tempo i rossoblù hanno perso un po’ di lucidità consentendo una ripresa del Rubano. Nel secondo tempo la Monti Rugby ha avuto un buon possesso del gioco sia da mischia che da touche . Soddisfatto anche coach Pegoraro, soprattutto perché il Rubano si è mostrata una buona squadra organizzata e con una buona difesa.  Ora gli U15 della Monti se la dovranno vedere con il Casale sabato prossimo al Battaglini.

Formazione: Marcello Schiavon, Giacomo Stoppa, Alessandro Milan, Edoardo Colla, Rocco Pellegrini, Giovanni Biscuolo, Leonardo Roux, Alex Zampollo, Francesco Ferrigato, Elia Padovani, Samuele Puseddu, Francesco Incanuti, Samuel Padovan, Filippo Trentanni, Brando Regina- All. Emanuele Pegoraro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie