Samuele Ortis ritornerà a Rovigo, D’Amico e Brugnara verso il Petrarca

Per la seconda linea veneziana a Rovigo sarà un gradito ritorno, era atteso già nel 2021, a Calvisano è in atto la grande fuga

ROVIGO – Due stagioni con i Bersaglieri, un legame che non si è mai spezzato. Il suo nome era già circolato dopo la conclusione dell’avventura nella franchigia delle Zebre di Parma nel 2021, poi la seconda linea ha preso la strada di Calvisano.

Samuele Ortis ritornerà a Rovigo dove aveva giocato tra il 2016 e il 2018, prima di guadagnarsi la chiamata celtica nel campionato Pro. 

Non è ancora ufficiale, ma il patron Francesco Zambelli non può lasciarsi sfuggire un giocatore di questo livello.

Veneziano, quasi due metri, 110 chili di sostanza, classe 1996, è un atleta di prima scelta per il campionato di Top10. In carriera ha totalizzato 1336 minuti tra Pro14 e Challenge cup, più volte convocato nella Nazionale Emergenti e in tutte le giovanili azzurre (tra cui 2 Sei Nazioni U20), gli è mancata solo quella Maggiore.

Ortis, il presidente Fir Innocenti e il patron della FemiCz Rovigo Francesco Zambelli

A Rovigo era arrivato via Piacenza a soli 20 anni, era già forte allora, anche se ha faticato più del dovuto per trovare il giusto spazio, poi la rapida ascesa. 

A Calvisano (dove Ortis ha di fatto giocato due campionati) nelle ultime ore è in atto la grande fuga (LEGGI ARTICOLO), la squadra guidata da Gianluca Guidi terminerà il Top10, ma il ridimensionamento in atto con la ripartenza dalle serie minori, chiaramente ha generato un maxi esodo per il campionato 2023-2024.

In direzione Petrarca Padova i due piloni, ex rossoblù Nicolò D’Amico e Riccardo Brugnara, verso Colorno, alla corte di Umberto Casellato e Pippo Frati, il mediano di mischia Guglielmo Palazzani, la seconda linea Michael Van Vuren e il mediano d’apertura Schalk Hugo, mentre l’estremo Kayle Van Zyl dovrebbe accasarsi a Reggio Emilia. Queste le indicazioni di radio mercato tutte da confermare, ma molto probabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie