Simone Ghirotto ha illustrato le 35 opere pubbliche portate a termine

Pontecchio Polesine (Rovigo) è stato tra i primi comuni in Veneto ad aver efficientato a led tutta l’illuminazione pubblica

PONTECCHIO POLESINE (Rovigo) – Domenica scorsa, presso il parco giardino, davanti a circa 150 persone,  la lista n.2 Progetto democratico, ha presentato i propri candidati e il programma elettorale.

Il Candidato Sindaco, Simone Ghirotto, ha illustrato le 35 opere pubbliche che l’Amministrazione Comunale uscente ha portato a termine.

“Opere che hanno migliorato la qualità della vita dei cittadini, in quanto realizzate per mettere in sicurezza la viabilità; ampliare con la realizzazione o riqualificazione di spazi verdi per aumentare le possibilità di incontro, socializzazione e gioco; riqualificare dal punto di vista strutturale, dell’efficientamento energetico, termico-idraulico gli immobili di proprietà comunale come la sede municipale, la ex-gendarmeria, lo stabile “Rovera”,  la scuola, la palestra, il campo da calcio.

Sono state realizzate nuove strutture come la multifunzionale della zona verde di via San Pietro Martire, nuovi uffici come quelli realizzati nell’ex gendarmeria, l’ ampliamento della scuola Primaria e Secondaria ed eseguiti lavori, per l’ ammodernamento e l’abbattimento delle barriere architettoniche di piazza G. Matteotti, piazza A.Moro e marciapiede della via centrale Matteotti; per la riqualificazione del cimitero comunale e per la manutenzione della rete stradale e pista ciclabile.

Importanti, efficaci e costanti gli interventi sulle politiche riguardanti l’ambiente, il sociale, l’associazionismo e la cultura.”

“Essere riusciti ad aumentare il numero dei dipendenti comunali – ha sottolineato Ghirotto – ha portato a mantenere e migliorare i servizi offerti alla cittadinanza, sia per quanto riguarda l’area tributi-finanziaria, l’area amministrativa e l’area tecnica. Viste le esigenze, sempre maggiore,  le ore del servizio sociale è stato aumentato da 4 a 24 settimanali con la presenza di due dottoresse.

Pontecchio Polesine è stato tra i primi comuni in Veneto ad aver efficientato a led tutta l’illuminazione pubblica”.

Ghirotto, sottolinea che “per quanto riguarda i servizi, l’arrivo della Linea 6 Urbana, possa considerarsi il Progetto del paese intero, un servizio che ha portato senza dubbio maggiori vantaggi per la cittadinanza e una crescita qualitativa del nostro comune.

Essere buoni amministratori è anche riuscire a realizzare le opere pubbliche, senza aver indebitato di un euro il Comune. L’Amministrazione uscente è riuscita a gestire la spesa corrente e la spesa in conto capitale per la realizzazione delle opere pubbliche senza fare ricorso a mutui, anzi portando a compimento il pagamento delle rate sui mutui pregressi.

Inoltre approvato l’ultimo Bilancio Consultivo 2023 con un avanzo di amministrazione libero di oltre 460.000 euro,  che la prossima amministrazione può spendere in opere e progetti sin da subito”.

“Il programma elettorale di Progetto Democratico – sottolinea il candidato Sindaco – non è un copia-incolla, o tratto da pagine Facebook per renderlo populista e non vuole essere un “libro dei sogni”, ma l’indicazione di azioni proponibili solo in quanto effettivamente realizzabili, poiché crediamo che, soprattutto in questo periodo, occorra essere estremamente onesti con i cittadini, evitando di fare promesse obiettivamente orientate al solo fine propagandistico o finalizzate ad interessi di natura personale.

Un piano programmatico che vuole essere  sostenibile e attento alle reali necessità della collettività e del territorio e per questo è descritto in modo puntuale e dettagliato. I candidati invitano a confrontare i programmi elettorali presentati.

Grazie alle tante persone, agli incontri, ai contatti personali, all’esperienza, all’impegno, si è sviluppato un lavoro che improntato al confronto e alla condivisione, ha elaborato un  qualcosa di veramente nuovo per il nostro paese, un Progetto di Comunità.

Un progetto di comunità che guardi ad una crescita quantitativa e qualitativa in tutti gli ambiti del vivere comune, amministrativo, sociale, culturale, ricreativo, sportivo, ambientale e atto ad inglobare nella sua realizzazione tutte le componenti della società, dai bambini, dai giovani, dagli adulti, dagli anziani, dalle famiglie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie