Il Calvisano spreca una ghiotta occasione, il Petrarca vince gara 1

CALVISANO (Brescia) – Sabato 7 maggio al San Michele il Petrarca Padova ha vinto 12-16 sul campo del Calvisano. La squadra di Gianluca Guidi avrebbe anche meritato di vincere, purtroppo a due minuti dalla fine ha sbagliato un penalty che poteva essere decisivo sul 12-13. Nel finale l’indisciplina dei gialloneri consente alla squadra di Andrea Marcato di avere un ritorno più agevole con 4 punti da difendere. Una partita bella nel primo tempo, con marcature di ottima fattura, molto tattica nella ripresa con solo tre punti a referto. Tra una settimana a Padova il ritorno.

Gli ospiti partono con il piede giusto, producono un consistente volume di gioco, occupano la metà campo avversaria e nei primi minuti l’attacco arrembante del Petrarca, guidato dalla coppia mediana Tebaldi-Faiva, manda due volte sulla piazzola l’estremo Lyle: il quindici scozzese dei veneti non sbaglia ed al settimo il Petrarca guida 0-6. 

Calvisano, orfano di estremo ed apertura titolari ma sostenuto dal pubblico del San Michele, non ha nessuna intenzione di non onorare la serata e si affida ai suoi giovani talenti – Albanese, Izekor – ed all’esperienza dell’ex numero otto azzurro Sam Vunisa (Fotolive), però non molla e poco dopo il quarto d’ora finalizza in meta proprio con Izekor che da rimessa laterale esplora con successo il lato chiuso, accorciando sul 5-6.

Al ventiduesimo uno splendido calcio al largo di Faiva, dopo che l’attacco padovano ha logorato la difesa dei padroni di casa, trova libero Broggin, bravo a raccogliere con una mano sola per una spettacolare marcatura, che riporta Padova a +7.

Calvisano però non molla davanti e Bronzini inventa la meta di capitan Panceyra Garrido raccogliendo un crosskick e inventando un passaggio dietro la schiena che tiene vivissima la gara quando ci si avvicina alla mezzora, 12-13. 

Il risultato non cambierà sino al termine dei primi quaranta minuti.

Ad inizio ripresa Petrarca aumenta la pressione sulla difesa giallonera, Lyle sceglie a più riprese di andare in rimessa dopo una serie di falli ripetuti dei padroni di casa sulla linea dei cinque metri per cercare la meta del ko, ma Calvisano regge ed evita la marcatura del possibile break. 

Il XV di Guidi sembra trovare nuove energie, un maul avanzante al dodicesimo della ripresa arriva sino ad un passo dalla meta dopo aver imposto la propria superiorità sugli avversari, sulla penaltouche che ne segue i bresciani cercano una lunga serie di pick-and-go ma finiscono per perdere il possesso. 

Nella fase centrale della ripresa Calvisano prova a fare la partita ma il tabellone non cambia ed il Petrarca torna ad insediarsi nella metà campo dei padroni di casa, che anche quando in possesso dell’ovale faticano a muovere ed a conquistare territorio. 

Poco dopo la mezzora la svolta del match può arrivare da una mischia ad introduzione bresciana, che Padova riesce a far crollare conquistando una penalità a proprio favore: dalla touche che ne segue il maul guidato da capitan Trotta sembra sfondare, ma la marcatura è viziata da un in avanti. 

Quando Petrarca sembra ad un passo dal chiudere l’incontro, il finale di gara stravolge ancora gli equilibri, Calvisano attacca e costringe al fallo su punto d’incontro il pilone Borean: sembra la svolta del match a favore del Calvisano, ma l’esecuzione dalla piazzola del giovane Consoli, entrato da poco per Albanese, autore di una grande prova ma fermato dai crampi, si spegne a lato.

Petrarca, a tempo scaduto, trova il piazzato del 12-16 con cui Piardi, poco dopo, fischia la fine del match.

Calvisano, Stadio San Michele – sabato 7 maggio

Peroni TOP10, Semifinali andata

Transvecta Calvisano v Petrarca Rugby 12-16

Marcatori: p.t. 3’ cp. Lyle (0-3); 7’ cp. Lyle (0-6); 17’ m. Izekor (5-6); 23’ m. Broggin tr. Lyle (5-13); 27’ m. Panceyra-Garrido tr. Albanese (12-13); s.t. 40’ cp. Lyle (12-16)

Transvecta Calvisano: Vaccari; Mastandrea (37’ st. Susio), Panceyra Garrido (cap), Mazza, Bronzini And.; Peruzzo, Albanese (32’ st. Consoli); Vunisa, Izekor (22’ st. Grenon), Lewis (36’ st. Maurizi); Ortis, Van Vuren; Leso (5’ st. D’Amico), Marinello (1’ st. Morelli), Brugnara (11’ st Barducci)

all. Guidi

Petrarca Rugby: Lyle; Fou, De Masi (27’ st. Sgarbi), Broggin, Esposito (22’ pt. Zini); Faiva, Tebaldi (29’ st. Citton); Trotta (cap), Casolari (10’ st. Panozzo), Nostran (11’ st. Makelara); Ghigo, Galetto; Hasa (11’ st. Pavesi), Cugini (2’ st. Carnio), Spagnolo (10’ st. Borean)

all. Marcato

arb. Andrea Piardi (Brescia)

AA1 Federico Boraso (Rovigo), AA2 Manuel Bottino (Roma)

quarto Uomo: Dante D’Elia (Bari)

quinto Uomo: Simone Boaretto (Rovigo)

TMO: Vincenzo Schipani (Benevento)

Note: serata umida, terreno in ottime condizioni, duemila spettatori circa. In tribuna il tecnico della mischia della Nazionale Moretti e il capo allenatore dell’Italia U20 Brunello. 

Peroni Player of the Match: Albanese (Transvecta Calvisano)

Calciatori: Lyle (Petrarca Padova) 4/5; Albanese (Transvecta Calvisano) 1/2; Consoli (Transvecta Calvisano) 0/1

Cartellini: 36’ st. giallo Borean (Petrarca Padova)

Domenica la seconda semifinale tra Valurgby e FemiCz Rovigo, diretta su Raisport alle 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie