Rischio riduzione dei servizi nella cardiologia di Adria, Elena Ostanel chiede risposte

La Consigliera regionale del Veneto che Vogliamo ha presentato una interrogazione per rispondere alla preoccupazione dei cittadini del Polesine

ADRIA (Rovigo) – “Da Adria arriva la preoccupazione di alcuni cittadini sul destino del Reparto di Cardiologia dell’ospedale. Infatti, da alcune indiscrezioni già uscite sulla stampa, sembrerebbe che questo importante presidio sul territorio, fondamentale per contrastare malattie che sono oggi la maggior causa di decesso, possa ritrovarsi a breve depotenziato. Tale rischio sarebbe la conseguenza di una carenza di personale medico, forse anche come conseguenza dell’imminente periodo delle ferie e dell’obbligo di recuperare quelle non godute”. 

Sono le parole della Consigliera regionale Elena Ostanel, del Veneto che Vogliamo che si aggiunge alle preoccupazioni esposte in consiglio comunale ad Adria dai consiglieri di Fratelli d’Italia (LEGGI ARTICOLO).

“Ancora una volta, senza una vera programmazione e aumenti del personale, si rischiano ripercussioni sulla qualità di tale importante servizio sanitario pubblico, con il rischio di costringere le persone bisognose di visita o cura ad accedere alle prestazioni delle strutture private convenzionate del territorio. Per questo motivo ho presentato una interrogazione alla Giunta, ovvero per capire se ci sarà veramente la paventata contrazione del servizio o se si intende agire per garantire, ora e per sempre, il diritto dei cittadini polesani ad accedere ad una cardiologia efficiente e perfettamente funzionante all’interno dell’ospedale di Adria, anche nel periodo feriale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie