La Lega di Salvini dopo le europee rassicura il sindaco Rossi

Appello a FdI ad essere “devoti” all'impegno preso a giugno 2022 in consiglio comunale a Badia Polesine fino a fine mandato dell'amministrazione guidata da Giovanni Rossi

BADIA POLESINE (Rovigo) – Fratelli d’Italia ha dichiarato che “i risultati straordinari alle elezioni europee spingono i rappresentanti del partito ad una assunzione di responsabilità da cui non possono e non vogliono sottrarsi” per il Comune di Badia Polesine (LEGGI ARTICOLO), poco dopo la sezione della Lega di Badia Polesine con una nota esprime “…alcune precisazioni per fornire la propria lettura dei numeri ottenuti agli scrutini”.

Non si può negare che il partito di Giorgia Meloni abbia ottenuto un ottimo risultato alle elezioni europee – affermano dalla Lega – e tuttavia, è fondamentale sottolineare che tali risultati si riferiscono esclusivamente alle elezioni europee, mentre emerge un significativo divario rispetto ai numeri delle elezioni comunali, dove Fratelli d’Italia spesso non ha superato il 13%”.

Badia Polesine è stato, secondo l’analisi proposta dalla Lega, uno dei comuni con il divario più ampio. Si legge infatti che: “FdI ha ottenuto il 32,7% alle europee e solo il 7,74% alle comunali. Questo dimostra chiaramente che a livello locale non contano solo i partiti politici, ma soprattutto le persone che li rappresentano”.

Non si capisce come la Lega abbia ottenuto il dato delle comunali, visto che, secondo quanto comunicato in occasione delle comunali di Badia Polesine del 12 giugno 2022, quando venne fatto l’errore nella somma delle preferenze assegnate alla consigliera eletta di Fratelli d’Italia Maria Grazia Galetto, i risultati nel centrodestra furono i seguenti: FdI al 36% con 736 preferenze, Lega 686 preferenze, Forza Italia 448.

Fratelli d’Italia, quindi, può legittimamente affermare di essere il primo partito in Polesine, “…ma solo per le elezioni europee, non per quelle comunali” insistono dalla Lega.

La Lega esprime comunque la convinzione che gli alleati di maggioranza saranno “devoti” all’impegno preso insieme a giugno 2022 in consiglio comunale, portando avanti il lavoro dell’amministrazione Rossi.

La Lega ricorda d’essersi impegnata su questo progetto sin dal 2017 “…e, da allora, il Comune di Badia Polesine ha intrapreso un percorso di risanamento politico ed economico, ineccepibile…”

Il partito di Matteo Salvini dunque rivendica i risultati ottenuti dalla maggioranza attuale e conferma il sostegno al sindaco Giovanni Rossi.

Quindi l’auspicio finale: “Insieme alle altre forze che compongono la maggioranza c’è la voglia e l’intenzione (si spera condivisa) di proseguire l’ottimo lavoro fin qui fatto fino al termine del mandato amministrativo, in rispetto della volontà dei cittadini badiesi”, concludono i leghisti badiesi che glissano sull’anomalia dell’attuale amministrazione Rossi che vede due assessori assegnati al gruppo di quattro consilieri della Lega, un unico assessore per il gruppo di tre consilieri eletti di Fratelli d’Italia, come Forza Italia, con un assessore, ma un unico consigliere comunale.

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie